Archivio Mensile: marzo, 2014

Scuffet, non avere fretta ragazzo

IL CALCIO sa raccontare delle belle storie. Oggi vi propongo quella di un ragazzo a cui l’ambiente rischia complicare la vita. Anche ieri è stato protagonista di una grande prestazione. Contro il Catania… Continua a leggere

Agassi: Preferisco fare il papà

Qualche anno fa Andre Agassi è venuto a Roma. Questa intervista è stata realizzata in quei giorni, ma credo possa reggere anche oggi.   Andre Agassi, come racconta Roma ai suoi bambini? «E’… Continua a leggere

Hagler-Hearns, lampi nel deserto

IL PRIMO colpo era stato un gancio destro, il gong era suonato da un secondo e il gancio destro di Hagler si era già stampato sulla mascella di Thomas Hearns. Era la notte… Continua a leggere

Io e la Kournikova a Parigi

Era fine maggio del 2000, mi preparavo ad andare a Parigi per il Roland Garros. Marco Del Checcolo, che lavorava ancora per Adidas, mi aveva promesso un’intervista a tu per tu con Anna… Continua a leggere

Serie A, F. 1 e tennis. Che noia…

LO SPORT mi sta annoiando. Calma, mi riferisco a qualche disciplina di grande diffusione. A spettacoli ai massimi livelli. In sintesi mi riferisco a tre sport che in passato mi hanno esaltato e… Continua a leggere

Bossi, una vita in rimonta

All’alba del 23 marzo se ne è andato Carmelo Bossi, argento olimpico e campione del mondo professionisti. Aveva 74 anni. Lascia le due figlie, Carla e Alessandra, avute dalla compagna di una vita:… Continua a leggere

Quando si chiamava ancora Clay

NEL 1960 aveva volato verso l’Olimpiade di Roma indossando per l’intero viaggio un paracadute. L’aereo continuava a ballare. Ogni turbolenza era seguita al massimo da venti minuti di tregua, poi ne arrivava un’altra.… Continua a leggere

Tyson, il romanzo di un uomo solo

Indianapolis, Indiana, marzo 1995. SONO le 5 di mattina. Quattro gradi sotto zero, il gelo mi entra nelle ossa. Il taxi percorre quindici miglia senza mai cambiare direzione, segue la Washington Street che,… Continua a leggere

Valentino e Messi, pifferai magici

IERI HO avuto l’ennesima conferma. Lo sport gode di popolarità universale solo se è in grado di regalare emozioni. E’ la sua spinta, una forza che va addirittura oltre la potenza del tifo,… Continua a leggere

“Se vuoi lealtà, comprati un cane”

PER CINQUE round avevo assistito a un match intenso, duro, spietato. Picchiavano come pesi massimi, ma avevano la velocità dei welter. Un lampo nella quarta ripresa, quando il montante destro di Mugabi aveva… Continua a leggere