Lady Mattek, regina della trasgressione

Betanie Mattek non è mai stata un fenomeno di tennista, ma si è tolta le sue soddisfazioni. Dodici titoli Wta in doppio, 30 del mondo in singolare, 2 degli Stati Uniti. Sicuramente una delle pretendenti al ruolo di regina nel campo dell’eccentricità. Questa è la sua storia.   LADY GAGA. E’ lei la musa della moda che ispira Bethanie Mattek, che non esclude, di scendere in campo con del bacon sulle spalle prima di annunciare il ritiro. C’è stato un tempo in cui il suo consulente era Alex Noble, lo stesso uomo che creava i vestiti della cantante. Bet non … Continua a leggere Lady Mattek, regina della trasgressione

Mayweather comprerà i L.A. Clippers?

LA NBA ha squalificato a tempo indeterminato e multato di 2,5 milioni di dollari per commenti razzisti Donald Sterling, proprietario dei Los Angeles Clippers. L’altra notizia del giorno è che quando la società californiana sarà messa in vendita, Floyd Mayweather (foto in alto a una partita dei Clippers assieme alla figlia) potrebbe fare parte di un gruppo di uomini di affari intenzionati ad acquistarla. “Non sono voci, questi sono fatti” ha detto Al Hayman, consulente in affari per il campione del mondo di pugilato, a chi gli chiedeva di commentare la notizia apparsa sul sito Mediatakeout.com. Era stato un altro … Continua a leggere Mayweather comprerà i L.A. Clippers?

Fitzsimmons e il match in mezzo al fiume

C’ERA grande attesa per la difesa di James Corbett contro Bob Fitzsimmons (foto sopra), forse troppa. L’arbitro si era rifiutato di salire sul ring. Aveva paura di tutta quella folla gigantesca, c’erano pistole ovunque. Le scommesse erano state consistenti, si parlava di 150.000 dollari, e nessuno avrebbe accettato di perdere i soldi senza avere tentato prima di difenderli, anche con le armi. George Silver, l’arbitro designato, aveva dato il via all’incontro solo dopo che l’organizzatore aveva posizionato in posti strategici ventuno tiratori scelti a protezione. Bob era finito al tappeto, sanguinante e in grande affanno. Silver aveva contato fino a … Continua a leggere Fitzsimmons e il match in mezzo al fiume

Se il calcio in Tv è troppo e noioso…

I DUE CANALI televisivi a pagamento (Sky e Mediaset Premium) sono in sovraccarico di calcio. Dal 17 aprile al prossimo 6 maggio avremo sulle pay tv una media di sei partite al giorno. Il rischio che il giochino si rompa è forte. La richiesta è ancora tale da giustificare gli investimenti, anche se i profitti non sono più gli stessi di una volta. Ma si sa che tutto può venire a noia. Non il calcio, per carità. Ma la voglia di vederlo in tv. Non sono un folle, non sogno il ritorno a una, massimo due partite a settimana. Ma … Continua a leggere Se il calcio in Tv è troppo e noioso…

Addio Lopopolo, pugile dal magico sinistro

E’ morto a Milano, in seguito a un’infezione alle vie respiratorie che è andata ad aggravare una situazione da tempo critica, Sandro Lopopolo. Argento all’Olimpiade di Roma 1960 e campione del mondo superleggeri tra i pro nel ’66. Aveva 74 anni. Questa è la sua storia.   ABITAVA nelle case popolari, nel quartiere Musocco, zona nord occidentale di Milano. Vicino al Cimitero Maggiore e all’autostrada per Torino. I genitori erano emigrati da Bisceglie, in Puglia. Sandrino Lopopolo, Alessandro sui documenti ufficiali, era il penultimo di sei figli. Era nato quasi per caso lassù, alla vigilia della seconda Guerra Mondiale. La … Continua a leggere Addio Lopopolo, pugile dal magico sinistro

L’arroganza di Balotelli

arroganza s. f. [dal lat. arrogantia] – L’essere arrogante; insolenza e asprezza di modi di chi, presumendo troppo di sé, vuol far sentire la sua superiorità: non posso soffrire la tua a.; tratta tutti con a. sfacciata; parlare, chiedere con a.; mi ha indignato l’a. delle sue risposte; nel linguaggio giornalistico, a. del potere, il comportamento altezzoso, sprezzante e talora violento che spesso caratterizza chi detiene il potere. (Enciclopedia Treccani)   Mario Balotelli non si pone limiti. In televisivone dice: “Non sono un fuoriclasse.” Su twitter scrive. Qualcuno dovrebbe spiegargli che l’Italia in questo momento ha altri problemi per la … Continua a leggere L’arroganza di Balotelli

Il peggiore pugile della storia

ERIC CRUMBLE può vantarsi di essere il peggiore pugile della storia. Aveva il destino già scritto nel cognome. Eric Sisbriciola (la traduzione in italiano) ha esordito al professionismo il 22 giugno del 1990, l’anno in cui Kevin Costner e “Balla coi lupi” vincevano l’Oscar. Tre giorni dopo l’Italia batteva 2-0 l’Uruguay e approdava ai quarti di finale dei Mondiali di calcio. E’ salito sul ring per l’ultima volta il 19 settembre 2003. Tredici anni per un totale di 41 round. Non c’è errore. Il signor Eric Crumble ha combattuto per tredici anni riuscendo a rimanere in piedi la miseria di … Continua a leggere Il peggiore pugile della storia

Phelps, sogno o incubo?

AVEVO lasciato “lo squalo” il 4 agosto di due anni fa al London Acquatic Centre. Michael Phelps toccava la piastra nella frazione a farfalla della 4×100 mista, superava il Giappone e lanciava gli Stati Uniti verso il successo. Sarebbe stato il suo diciottesimo oro olimpico. Lo ritroverò giovedì allo Skyline di Mesa, Arizona. Ancora in acqua, ancora in gara. Aveva detto “Mi allenerò alla normalità.” Tentativo fallito. Dopo ventidue medaglie olimpiche, di cui diciotto d’oro; ventisei successi mondiali e trentatrè podi; ventinove record mondiali individuali e sette in staffetta, torna a gareggiare. La normalità per gli eroi dello sport è … Continua a leggere Phelps, sogno o incubo?

Negli States il talento annoia!

E’ UN DATO di fatto. Ci si abitua a tutto. Ma nel momento in cui non siamo più capaci di indignarci, dovremmo fermarci e ricominciare a pensare. Negli Stati Uniti giudicano Guillermo Rigondeaux “noioso”. E la HBO Tv lo cancella dai suoi programmi. Il cubano (nella foto, a destra, contro Nonito  Donaire) è imbattuto dopo 13 match, otto volte ha vinto per ko. Ha conquistato il titolo Wba al nono incontro. Poi ha centrato anche quello della Wbo. Ha sconfitto un grande di oggi come Nonito Donaire. E prima di passare professionista ha vinto due mondiali e due ori olimpici. … Continua a leggere Negli States il talento annoia!

Hamilton, veloce per amore

Lewis Hamilton sta andando forte a Shanghai nelle prove del GP Cina che si correrà domenica. Mi è sembrato il momento giusto per riproporre un reportage che ho fatto a Melbourne 2007 in occasione del suo esordio in Formula 1. Dopo quei giorni c’è stato un titolo mondiale nel 2008, ventiquattro vittorie nei Gran Premi, il consolidamento del ruolo di protagonista assoluto. C’è stata, è vero, anche qualche follia da miliardario. Come i venti milioni di dollari spesi per l’acquisto di un Bombardier CL 600 solo per rendere più semplice il rapporto con Nicole Scherzinger, sua compagna e cantante del … Continua a leggere Hamilton, veloce per amore