Delicious è oro! Sconfitto il razzismo, ma il suo sogno è a rischio…

Justin Orie è nato in Nigeria, ha la pelle nera. Quando arriva a Mosca nel 1995 scopre che è un peccato senza perdono.
Eppure lui lì ha incontrato l’amore. Si chiama Natalie e fa la studentessa. Proprio come Justin, che presto diventa suo marito. È una vita difficile la loro, sono tormentati dal razzismo. Lui viene assalito su un mezzo pubbblico e picchiato a sangue.
Nel 1997 hanno un bambino.
Lo chiamano Delicious. Una dedica al loro amore, anche se la vita non li ha salvati da insulti, minacce e percosse.
Resistono fino al 2004, poi emigrano. Vanno a vivere a Wolverhampton in Inghilterra. Ma il razzismo è una pianta che cresce ovunque.
Il ragazzino ha sette anni, è nero di pelle, non parla una parola di inglese e si chiama Delicious.
Quattro colpe che provocano, stavolta sul campo britannico, la stessa punizione sofferta dalla famiglia Orie in Russia. Razzismo. Altri insulti, prese in giro, qualche atto di bullismo.
Fino a quando Delicious non cresce.
Diventa un ragazzo, poi un uomo. Un colosso.
È alto 1.98 e pesa 101,600 chili.
Fino a diciasette anni dedica tutto l’amore solo al basket. Loul Deng, sudanese che gioca nella NBA è il suo idolo. Il 9 aprile del 2016 accende la televisione. Vede Anthony Joshua mettere ko in due riprese Charles Martin e diventare campione del mondo dei pesi massimi per l’International Boxing Federation. Il pugilato, decide, sarà il suo futuro.
Prima va in una palestra locale, poi si sposta in un club di Birmingham. Mick Maguire è il suo coach.
Diventa campione nazionale britannico nel 2019, conquista il bronzo all’europeo nel 2022. Sempre nei supermassimi. I consigli di Joshua lo aiutano, in fondo anche AJ è di origini nigeriane.
Gli indica la postura giusta per ben bilanciare il corpo quando porta il diretto, lo aiuta a perfezionare il jab, gli suggerisce alcuni programmi per migliorare la dieta. Funziona.
Ieri Delicious Justin Orie, per tutti DJ (DJ, AJ, vorrà pur dire qualcosa…), ha battuto l’indiano Sagar Ahlawat in una finale molto incerta, ed è diventato campione del Commonwealth dei supermassimi (nella foto in alto, l’italiana Paola Falorni alza il braccio del vincitore) a Birmingham.
Adesso sogna l’Olimpiade di Parigi 2024.
Ma…
C’è sempre un ma pronto a infilarsi in una bella storia. Delicious ha la nazionalità britannica, ma il passaporto è ancora russo come la sua cittadinanza. Gli hanno detto che presto il problema sarà risolto, anche se sono anni che cercano una soluzione.
Nel frattempo DJ si è laureato in economia all’Università di Aston…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...