Bene Marsili, vincono facile senza entusiasmare Bevilacqua e Natalizi

Emiliano Marsili dimostra quanto l’esperienza possa aggiungere al talento. A 42 anni può ancora permettersi di tenere un ritmo alto e offrire alcune pregevolezze tecniche. Ha davanti un rivale modesto, Brayan Mairena. Come del resto avevano avversari di basso livello anche i due italiani che l’hanno preceduto. Ma lui, a differenza dei colleghi più giovani, sa come gestire situazioni del genere. Offre alcuni sprazzi davvero apprezzabili, mostra per intero la differenza di valore che c’è tra lui e il nicaraguense. Fa cioè quello che deve fare un campione in queste situazioni.
Niente di eccezionale, il coefficiente di difficoltà era ridotto al minimo. Una vittoria, ai punti, esattamente nei termini di concretezza che simili sfide pretendono.
Vincono anche i due superwelter romani, Vincenzo Bevilacqua e Mirko Natalizi. Due successi ai punti. Meglio il secondo del primo.


Bevilacqua ha facilmente la meglio su Novak Radulovic, ma lascia passare due riprese prima di entrare nel vivo del match. Colpa dell’emozione, non certo di un rivale che ha pensato solo a evitare la sfida, senza mai rischiare oltre il dovuto.
Natalizi ha alternato concretezza e alcuni errori in fase di attacco contro Antonio Gomez. Pugni pesanti, lo sapevamo. Qualche lacuna in difesa, anche questa cosa nota. Il ragazzo ha ampie prospettive, se riuscirà a rendere più solida la sua guardia, più mobili le oscillazioni sul tronco, meno sbracciata in alcuni momenti la sua fase offensiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...