Tarver (cinquant’anni a novembre) il 10 giugno torna sul ring…

Antonio Tarver compirà cinquant’anni il prossimo 21 novembre.
E ancora combatte.
Il 10 giugno a Lancaster (California) affronterà Travis Kauffman (32 anni, 31-2-0, 23 ko, padre single di tre figli) che negli ultimi due match ha incontrato Amir Manson (45 anni) e Josh Garmley (42).
Tarver (31-6-1, 22 ko) ha avuto tempi buoni.
È stato medaglia di bronzo all’Olimpiade di Atlanta 1996, l’anno prima aveva vinto l’oro ai Mondiali dilettanti battendo Gojovic, Aurino (match pari, decisione per numero dei colpi totali andati a segno), Jirov e Vega.
Da professionista è stato campione del mondo dei mediomassimi (in occasioni diverse) per Wbc, Wba e Ibf. Ha affrontato tre volte Roy Jones jr, chiudendo con due vittorie e una sconfitta.

Tarver ha avuto momenti bui.
Ha conosciuto la droga da ragazzo. È stato trovato positivo al controllo antidoping in due occasioni. E stato arrestato per avere emesso un assegno a vuoto nel 2014. Ha accumulato debiti per un milione di dollari.


Lo chiamano ancora Magic Man. Ma oggi si fa fatica a trovare un collegamento tra quel soprannome e il suo status.
Nel’ultimo decennio ha boxato da mediomassimo, massimo leggero e peso massimo. Andando e tornando da una categoria all’altra.
Il suo ultimi combattimento è datato 14 agosto 2015, negli ultimi tredici anni ha sostenuto solo tredici match.


Ha guadagnato anche lontano dal ring. Nel 2006 ha interpretato il ruolo di Mason Dix nel film Rocky Balboa di Sylvester Stallone (era il rivale giovane di Rocky) e ne è uscito con un buon assegno, coperto.
A quasi cinquant’anni continua a combattere.
FoxSports 1 riprenderà la sfida con Travis Kauffman che i tifosi chiamano My Time.
Di certo questo non sembra proprio essere il momento di Antonio Tarver.

Advertisements