Scopriamo chi è Sefer Seferi, il rivale di Tyson Fury il 9 giugno a Manchester

Tyson Fury tornerà sul ring il 9 giugno a Manchester, a trenta mesi dall’ultimo match e soprattutto dopo aver perso poco meno di cinquanta chili. In che condizioni sarà l’ex campione del mondo dei massimi (25-0, 18 ko)? Lo sapremo solo la notte del combattimento.

L’avversario si chiama Sefer Seferi.
Esattamente un mese fa questo signore di 39 anni aveva dato la notizia: “È un sogno che diventa realtà. Non avrei mai immaginato che sarei salito sul ring per confrontarmi con il mio idolo”.
Nessuno gli aveva creduto.
Ora la sfida è diventata ufficiale.

Seferi è un massimo leggero (dovrebbe rendere in altezza a Fury circa 25 centimetri), ha un record che sembrerebbe ottimo: 23-1-0, 21 ko, l’unica sconfitta contro l’attuale campione Wba dei massimi Manuel Charr. Ma basta un’occhiata per capire quanto suoni falso quel curriculum: solo in cinque occasioni, Charr incluso, Seferi ha affrontato un pugile in possesso di un record con un numero maggiore di vittorie rispetto alle sconfitte.
Ha collezionato 21 successi per ko, ma lo ha fatto contro gente come, ad esempio: Lascek (5-42-5), Klucar (1-10-1), Cukusic (7-62-4), Grgic (0-7-0), Szalai (14-30-3), Bobis (0-4-1), Jalusic (10-33-1). Gli ultimi due incontri li ha sostenuti contro Marcelo Ferreira dos Santos (22-10-1) e Laszlo Hubert (50-23-1).

È nato in Macedonia, ma ha origini albanesi. Lo chiamano “The Real Deal”, come Evander Holyfield: le cose che i due hanno in comune, finiscono qui. Ha provato prima con il wrestling, seguendo le orme del nonno che in questo sport era un professionista, poi si è dedicato al pugilato. L’ha fatto dopo avere accompagnato in palestra Nuri, suo fratello più grande di due anni.
Anche Nuri (detto “Il Tyson d’Albania”, non so se e come Iron Mike abbia giudicato l’accostamento) come Sefer, boxa tra i massimi leggeri (39-8, 22 ko) ed è alto 1.80.
Vivono a Burgdorf, in Svizzera, dove si sono trasferiti con la famiglia nel 1992.

Boxrec nelle sue classifiche mette Nuri al numero 1 dei massimi leggeri albanesi e Sefer al numero 2. Non ci sono altri pugili albanesi nella categoria.

Nonostante il valore assoluto dello sfidante designato non sia di grande spessore, il match si presenta comunque con più di un’incognita. In che condizioni fisiche, atletiche, di forma si presenterà sul ring Tyson Fury? Ha scelto un rivale di livello medio basso, più piccolo, con un solo match vero tra i pesi massimi (unica sconfitta in carriera). Insomma, lui e Frank Warren hanno preso le loro misure di precauzione. Basteranno? Probabilmente sì, ma qualche dubbio comunque ce lo porteremo dietro fino al suono del primo gong.

 

Advertisements