Un lottatore morde il rivale. Squalificato? “È involontario”

Semifinale 57 kg del torneo di lotta libera.

Nurislam Sanayev è a terra, Ravi Kumar cerca di tenerlo giù.
Il kazako morde Kumar al bicipite destro provocandogli una ferita, intervento del medico. Borsa di ghiaccio sul braccio infortunato. Nessun proveddimento disciplinare. Si riprende, l’indiano vince per atterramento e va in finale.
La United World Wrestling, che gestisce il torneo, rivede il fimato dell’incidente. Davanti allo schermo il delegato arbitri, il direttore sportivo e i delegati tecnici. La riunione si chiude con una decisione.
Sulla base della discussione e della revisione dell’incidente, non verrà intrapresa alcuna azione disciplinare. Si è trattato di una reazione involontaria”. Cosi scrive il sito specializzato aroundtherings.com.
Sanayev può quindi combattere per il bronzo, vince. Oggi è salito sul podio con la medaglia al collo.
Kumar perde la finale contro Zagor Uguev (ROC), è argento.
Il morso è stato involontario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...