Baldomir, condanna a 18 anni per abusi sessuali sulla figlia di otto anni

Una storia terribile.
Comincia, come a volte accade, con un sorriso.
Il 7 giugno del 2006 Carlos Baldomir supera, a sorpresa, Zab Judah ai punti e diventa campione del mondo Wbc dei pesi welter.
Difende il titolo il 22 luglio mettendo kot alla nona ripresa Arturo Gatti.
Perde la cintura nel terzo grande match di quell’anno per lui magico, cedendo nettamente ai punti a Floyd Mayweather il 4 novembre.
Nel 2014 esce di scena con un record di 49-16-6 e 15 ko.
Argentino, 48 anni, è stato oggi condannato a 18 anni di carcere per avere più volte abusato sessualmente di una delle sue tre figlie, quando lei era una bambina di 8/9 anni.
La denuncia è stata fatta dalla sua ex moglie il 29 ottobre del 2016. L’ex pugile è stato arrestato il 18 novembre nella casa di Junin, dove si trovava con la nuova compagna e il lo bambino di quattro anni.
Secondo le accuse della moglie, Baldomir ha abusato della loro figliola sia nella casa di Santa Fe che nella nuova abitazione a Junin.
Il processo ha avuto inizio lo scorso giovedì. Baldomir è entrato in aula e ha mostrato il dito medio della mano destra alzato in segno di spregio verso i giornalisti che assistevano all’udienza.
Sono state interrogate venti persone, la bambina ha testimoniato a porte chiuse, davanti a una telecamera con l’aiuto di una psicologa.
Il verdetto è stato emesso all’unanimità per quanto riguarda la colpevolezza, a maggioranza per l’entità della pena.
Il pubblico ministero aveva chiesto venti anni.
La difesa ha già detto che ricorrerà in appello.
La sentenza è stata letta dal presidente del tribunale, la giudice Susanna Luna, che ha specificato la motivazione: “Autore criminalmente responsabile di crimini di abuso sessuale con accesso carnale, aggravato per essere stato commesso contro una persona di età inferiore ai 18 anni, approfittando della situazione di preesistente coesistenza ed essendo in posizione predominante.  Anche l’abuso sessuale gravemente ripetuto si è verificato in contesti reali e ideali per un crimine aggravato di promozione della corruzione dei minori
Questi i fatti come li ha riportati il quotidiano El Litoral.
Una vicenda atroce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...