Joshua apre la campagna d’America, Ruiz jr ostacolo ingombrante

Guardo Andy Ruiz jr in foto, non ha certo gli occhi della tigre.
Lo vedo mentre gira un video e penso abbia troppa ciccia per essere un grande peso massimo.
Sono un ragazzo paffuto venuto dal nulla”.
È la frase con cui si presenta, non è così lontana dalla realtà.
Eppure sento che in lui c’è qualcosa che stona.
Quando lo vedo combattere, come per incanto quel pugile paffuto si trasforma. Le braccia si muovono a velocità degne di un protagonista, il pugno lascia il segno, il gancio sinistro è capace di mettere a terra molti rivali. Ventuno finora, in 33 match. Nove al primo round.
Ma proprio quando sto per concedergli un pronostico non disastroso, mi immagino il match contro Anthony Joshua e capisco che mi sono lasciato suggestionare dalle prestazioni contro rivali di medio livello.
Il campione è dieci centimetri più alto di lui, è più agile, ha una tecnica decisamente superiore. E in quanto a potenza, direi che è avanti anche lì. Il pacchetto intero è migliore, e di molto.
Se metto a confronto caratteristiche e record, ne esce fuori lo stesso pronostico stilato dai bookmaker che hanno quotato Joshua a 1.04 e Ruiz jr a 10.
Una previsione assai vicino alla exibition, come dicono in gergo gli allibratori americani per indicare un match in cui uno dei due è nettamente favorito.
Eppure Andy Ruiz ha perso per decisione a maggioranza (113-115, 114-114, 113-115), peraltro contestata, contro Joseph Parker. E il neozelandese è l’unico che sia riuscito a rimanere in piedi (perdendo comunque nettamente) davanti a Joshua che in 22 incontri, tutti vinti, ha messo ko 21 rivali.
Vero, ma non riesco a dare importanza assoluta alle prestazioni contro uno stesso rivale. E poi l’allungo (venti centimetri in più in favore del campione), l’esperienza, la capacità di gestione del match e tutto il resto dicono che se dovessi indicare un vincitore sarei, nettamente, dalla parte del campione.
Il problema forse è un altro.
Da qualche anno si parla solo di tre pesi massimi: Deontay Wilder, Tyson Fury e Anthony Joshua. Il resto sono comprimari, comparse sulla scena mondiale. Solo, se e quando, due di loro torneranno a sfidarsi, il popolo della boxe sarà disposto a concedere interesse al match e ad avere incertezza nei pronostici.
L’infortunio, chiamiamolo così, di Joshua in preparazione ha costituito l’unica scossa di una vigilia fin troppo serena, al punto da essere quasi noiosa. In conferenza stampa il britannico non ha potuto nasconderlo: ha la palpebra destra infiammata, un leggero gonfiore sotto l’occhio sinistro, un taglio sul naso. Inutile cercare di sapere come se li sia procurati. Ogni volta che gli è stato chiesto, ha risposto in modo differente: colpa del fisioterapista, del preparatore atletico, di uno sparring, di un leone. Sì, proprio un leone, così ha detto in una maldestra imitazione di Muhammad Ali.
Ho la sensazione che Joshua si prepari a recitare quel ruolo di istrione che non gli si addice. Sa che domani notte dovrà fare scintille. Esordisce negli Stati Uniti, nel primo di una serie di match. È lì che si fanno i soldi veri, montagne di dollari lo aspettano. Ha annunciato un programma quadriennale. Indispensabile cominciare con il botto.
Anche perché prima di lui si è esibito Wilder e il destro con cui ha steso Breazeale è stato fantastico, al punto da rimanere nell’immaginario collettivo. Per cancellare quel momento e imporre la sua legge, Joshua dovrà liberarsi di Ruiz jr rapidamente, offrendo anche una dimostrazione di quanto migliori siano le sue qualità tecniche.
Il pronostico?
Dico Joshua, nettamente.
Magari prima del limite.
Magari entro la quarta.

DOVE

Madison Square Garden, New York. È il quarto MSG. Il primo match di pugilato disputato in questa sede, 4 marzo 1968, è stato Joe Frazier (19-0, 17 ko) vs Buster Mathis (23-0, 17 ko), vinto da Smokin’ Joe per kot dopo 2:39 della nona ripresa per il mondiale massimi NYSAC. Nella stessa riunione Nino Benvenuti (73-2-0) ha battuto Emile Griffith (54-8-0) ai punti in 15 round nel mondiale medi WBC/WBA, era la loro terza sfida. In programma anche Bruno Arcari (20-2-0) che ha superato Pablo Lopez (16-10-2) ai punti in 4 riprese.
QUANDO
Sabato 1 giugno 2019


COSA
Mondiale massimi WBA, IBF, WBO, IBO. Dodici round da tre minuti.


ORARI
Gli organizzatori danno il match principale attorno alle 10:00 pm locali (in Italia le 04:00 della mattina di domenica 2 giugno). La riunione dovrebbe avere il primo gong attorno alle 06:00 pm (in Italia le 12:00 della notte tra sabato 1 e domenica 2 giugno).
TELEVISIONE
DAZN trasmetterà da New York in diretta a partire dalle 02:30. Telecronista Niccolò Pavesi, commento tecnico Alessandro Duran.

 

ANTHONY JOSHUA
età: 29 anni
record: 22-0 (21 ko)
percentuale ko: 95%
altezza: 1.98
peso: 112,400 kg
borsa: 23 milioni di dollari
Ultimi sei match
22/9/2018 Alexander Povetkin (34-1-0) +kot 7
(mondiale WBA, WBO, IBF, IBO)
31/3/2018 Joseph Parker (24-0) +UD 12
(mondiale WBA, WBO, IBF, IBO)
28/10/2017 Carlos Takam (35-3-1) +kot 10
(mondiale WBA, IBF, IBO)
29/4/2017 Wladimir Klitschko (64-4-0) +kot 11
(mondiale WBA, IBF, IBO)
10/12/2016 Eric Molina (25-3-0) +kot 3
(mondiale IBF)
25/6/2016 Dominic Breazeale (17-0) +kot 7
(mondiale IBF)


ANDY RUIZ JR
età: 29 anni
record: 32-1-0 (21 ko)
percentuale ko: 64%
altezza: 1.88
peso: 121,550 kg
borsa: 7 milioni di dollari
Ultimi sei match
20/4/2019 Alexander Dimitrenko (41-4-0) +kot5
7/7/2018 Kevin Johnson (32-9-1) +UD10
10/12/2016 Joseph Parker (21-0) -MD12
(mondiale massimi WBO)
10/9/2016 Franklin Lawrence (21-2-2) +UD10
16/7/2016 Josh Gormley (23-4-0) +kot3
14/5/2016 (29-6-4) Ray Austin (29-6-4) +kot4
HANNO DETTO


Anthony Joshua: “
Combattere lontano da casa ti fa sentire ancora di più l’atmosfera da campionato del mondo, è come se stessi realizzando il mio destino. E questo è un passo avanti per me: è una nuova esperienza. Viaggiare, un nuovo fuso orario, creare un campo di allenamento lontano dall’Inghilterra, sono tutte cose importanti. La sfida di sabato al Madison Square Garden rappresenta anche la prima opportunità  nel mercato statunitense. C’è stato un grande interesse attorno a questa match, dopo la situazione di Jarrell Miller e quella di Wilder. Adesso è il mio momento di brillare. Mi sento bene, davvero bene”. (Boxingscene)


Andy Ruiz jr: “
Ha dei punti deboli. È il migliore, ha le cinture, ma vogliamo parlare dei pugili che ha affrontato? Ho fatto sparring con loro e so che nessuno di loro vorrebbero combattere contro di me. AJ ha uno stile che esalterà il mio modo di boxare. Sì, è grande e forte, ma il mio stile lo priverà dei suoi vantaggi.
Non penso niente di male di AJ. Io sono lo sfidante e lui è il campione. Ci rispettiamo, ma sul ring non ci sarà ripspetto. Cercherò di batterlo, di metterlo ko. Carlos Takam, Dillian Whyte? Credo di poter fare molto meglio di quei ragazzi. Sono un combattente, la gente mi guarda e dice: È lento, si stancherà! Ma io sono veloce e non mi stanco. Mi muovo, colpisco, metto fuori combattimento i miei avversari. Tutti quelli che affrontano Joshua salgono sul ring spaventati, si muovono solo per non essere colpiti, ma io non ho paura di essere colpito, sono qui per essere colpito e colpire a mia volta”. (Sky Sports e Mirror)


PROGRAMMA
Massimi (mondiale WBA, WBO, IBF, IBO, 12×3) Anthony Joshua vs Andy Ruiz jr.; leggeri (mondiale WBC, IBF, WBA, WBOdonne, 10×2) 
Katie Taylor (13-0) vs Delfine Persoon  (43-1-0); supermedi (mondiale WBC Diamond, WBA, 12×3) Callum Smith (25-0) vs Hassan N’Dam N’Jikam (37-3-0); mediomassimi (10×3) Joshua Buatsi (10-0) vs Marco Antonio Periban (25-4-1);  welter (WBA International, 10×3) Josh Kelly (9-0) vs Ray Robinson (24-3-1); superleggeri (WBO International, 12×3) Chris Algieri (23-3-0) vs Tommy Coyle (25-4-0); medi (4×3)Austin Williams (1-0) vs Quadeer Jenkins (0-1-0).
SCOMMESSE
(William Hill)
Anthony Joshua 1.04
Andy Ruiz jr 10
Pareggio 34


ARTICOLI CORRELATI
https://dartortorromeo.com/2019/04/28/andy-ruiz-jr-il-pugile-xxxl-l1-giugno-sfidera-joshua-al-madison/

https://dartortorromeo.com/2019/05/01/ruiz-si-racconta-cosi-portero-in-messico-il-mondiale-dei-massimi/

https://dartortorromeo.com/2019/04/26/tutti-in-fila-per-joshua-ecco-la-storia-della-caccia-al-malloppo/

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...