La boxe sfratta il calcio, il Tottenham giocherà la Coppa lontano da Wembley

Un match di pugilato costringe il calcio che conta a emigrare altrove.
Accade in Inghilterra.
Il Tottenham giocherà il 25 settembre la partita della Coppa Carabao, la Coppa di Lega a cui partecipano tutte e 92 le squadre professionistiche inglesi, contro un’altra squadra di Premier League: il Watford.
Lo stadio di casa, il White Hart Lane, è fuori uso. La società nel 2016 ha progettato la costruzione di un nuovo impianto da 60.000 posti nella stessa zona dove per 118 anni, dal 1899 al 2017 il Tottenham ha disputato le partite in casa.
Per l’intera stagione 2017-2018 gli Spurs hanno così giocato a Wembley.
Ma il 22 settembre lo stadio di Wembley ospiterà il mondiale massimi Wba, Ibf, Wbo Anthony Joshua vs Alexander Povetkin e non potrà essere pronto tre giorni dopo per il calcio.
Il Tottenham ha così chiesto alla Lega di spostare la partita a Milton Keynes, uno stadio a 50 miglia da White Hart Lane. Oltre mezz’ora di metropolitana e la metà dei posti a disposizione per i tifosi.
Un sacrifico per la società che perderà gran parte del potenziale incasso e per i supporter che dovranno sobbarcarsi un viaggio inaspettato.
Ma il 22 settembre a Wembley c’è il pugilato e ottantamila spettatori pronti a riempire gli spalti. Chissà perché ma, se qualcuno mi facesse una certa domanda, avrei la mente piena di risposte sarcastiche.

Advertisements