Sabato e l’8 settembre grande boxe su SkyArena. Poi la vedremo su DAZN?

In arrivo da Sky notizie buone e meno buone per chi ama la boxe.
Sabato 28 luglio interessante serata su SkyArena (canale 203).
Con inizio alle ore 20:30 vedremo la riunione di Eddie Hearn alla 02 Arena di Londra, il clou sarà la sfida tra i pesi massimi Dillian Whyte (23-1-0, 17 ko, 30 anni), che nell’ultimo match del 24 marzo scorso ha sconfitto per ko 6 l’imbattuto Lucas Browne (25-0), e Joseph Parker (24-1-0, 18 ko) che nell’ultimo incontro del 31 marzo ha perso contro Anthony Joshua ai punti, diventando il primo pugile a portare alla distanza il campione del mondo.
Nel resto della serata: massimi, Dereck Chisora (28-8-0) vs Carlos Takam (35-4-1); leggeri (mondiale donne Ibf e Wba) Katie Taylor (9-0) vs Kimberly O’Connor (13-3-2); welter: Conor Benn (12-0) vs Cedrick Peynard (6-5-3); massimi: Nick Webb (12-0) vs David Allen (13-4-2).
Repliche: domenica 19 alle 13 e alle 18; lunedì 20 alle 14 e alle 22; martedì 31 alle 20:15.
L’8 settembre, dalla Birmingham Arena, ancora SkyArena a trasmettere pugilato di livello. Il clou stavolta sarà sostenuto dai superwelter Amir Khan (32-4-0) e Samuel Vargas (29-3-2). In cartellone anche la sfida tra i medi Jason Welburn (23-6-0) e Tommy Langford (20-2-0).
Telecronache di Mario Giambuzzi, commento tecnico di Alessandro Duran.
Il 22 settembre lo stadio di Wembley ospiterà il mondiale massimi Ibf, Wba, Wbo, Ibo tra il detentore Anthony Joshua (21-0, 20 ko) e lo sfidante Alexander Povetkin (34-1, 24 ko). Il match sarà organizzato da Eddie Hearn, ma come tutti gli altri incontri di Joshua non rientra nel pacchetto dell’accordo siglato a suo tempo con Fox (e ora passato a Sky). Questa sfida sarà trattata a parte, solo nelle prossime settimane sapremo se potremo vederla in diretta (come è stato finora per gli altri match di Joshua) o no.
La notizia brutta è che agli inizi di ottobre scade il contratto che lega Matchroom alla televisione di Murdoch e al momento non ci sono segnali nè nell’uno, nè nell’altro senso. L’unica cosa certa è che con le riunioni di Londra e Birmingham si chiude la programmazione già codificata.
Voci che arrivano al di fuori da Sky, dicono che potrebbe esserci la possibilità che il canale pronto ad ospitare nel prossimo futuro il pugilato, grazie a Perform, possa diventare DAZN. Dopo avere acquisito i diritti di tre partite del campionato di Serie A e di tutta la Serie B, la televisione potrebbe allargarsi ad altri sport.
Vedere DAZN non è complicato. Non serve il cavo, nè la parabola satallitare. Basta un collegamento Internet. Si può vedere su smart Tv, smartphone e tablet, computer (i network sono Chrome, Firefox, Internet Explorer, Edge e Safari).
Oggi è stato annunciato l’accordo Sky-Perform per il calcio. Il rapporto di lavoro dunque esiste già, gestire la boxe non dovrebbe essere un problema, serve però la voglia di cimentarsi in questo campo.
L’acquisto dell’evento da parte dello spettatore potrebbe essere singolo, senza un costo di abbonamento. In pratica una vera e propria pay per view con prezzi da decidere.

Advertisements