Vietato a Tyson l’ingresso in Cile, fermato e rimandato negli Stati Uniti…

Mike Tyson è stato fermato dal controllo immigrazione all’aeroporto di Santiago.
L’ex campione del mondo dei pesi massimi era in Cile per promuovere il suo ultimo libro (nella versione italiana “ L’arte della guerra “).
La polizia lo ha fatto imbarcare su un aereo e lo ha rimandato negli Stati Uniti.
La ragione del rifiuto di ingresso in Cile sembra sia legata al passato di Iron Mike.
Il Paese ha il diritto di negare il visto di accesso agli stranieri che abbiano pendenze con la polizia o siano stati in passato detenuti per alcuni particolari reati. Tyson ha trascorso tre anni nel penitenziario di Plainfield (Indiana) dal 1992 al 1995, dopo che un tribunale di Indianapolis lo aveva riconosciuto colpevole dello stupro di Desirée Washington.

L’ex pugile ha accolto con molta calma la notizia che gli sarebbe stato impedito di portare avanti il suo tour promozionale, si è mostrato solo preoccupato per la moglie Lakika Spicer che lo accompagnava.
Anche la signora ha un passato di detenzione, ha scontato sei mesi di carcere per frode e associazione a delinquere.

Advertisements