Lo strano caso di Bronco Billy: 140 kg, 50 anni. Per il Wbc è 17 del mondo!

kover

Il suo nome è Billy Wright, ma lo chiamano Bronco Billy in ricordo di un vecchio film sul selvaggio Far West con Clint Eastwood protagonista.

Bronco Billy ha 50 anni e sabato scorso ha messo ko in meno di un round il 29enne Esteban Hillman Tabany (25+ 16- 2=, 20 ko) in Bolivia.

Bronco Billy vuole diventare campione del mondo dei pesi massimi. È un sogno che cova fin da quando ha fatto da sparring a George Foreman alla vigilia della sfida con Michael Moorer.

Bronco è nato a Morenci, nell’East Arizona, il 10 dicembre 1964. Vive a Las Vegas dove è titolare di un negozio a mezza via tra lo sfasciacarrozze e il rivenditore di jeep usate. Ha nove figli e otto nipoti.

Un’infanzia difficile in orfanotrofio, il primo lavoro a 12 anni, il primo match da dilettante a 15. Dal 1986 è professionista, un avvio di carriera sotto la guida dell’ex campione del mondo dei pesi medi Gene Fullmer.

Ha messo assieme 48 vittorie e 4 sconfitte. È stato battuto da Dave Yanko, Frans Botha (all’epoca del match 24-0), Michael Moorer (29-0) e Tony Tucker. Ma soprattutto non perde dal 1998 (compresi otto anni di inattività…) e ha realizzato 29 successi per ko al primo round.

Lui e il suo organizzatore, il mitico Roy Jones jr, dicono di puntare al mondiale.

roy

I numeri potrebbero non far pensare a una follia.

Bronco Billy è 17 nella classifica dei pesi massimi del Wbc. Di questa organizzazione detiene anche i titoli Latino, Fecarbox e Stati Uniti silver. Il sito specializzato BoxRec lo classifica 61 al mondo e 22 negli Usa.

Lui cita continuamente George Foreman che ha conquistato la cintura a 45 anni.

Ma, numeri a parte, le situazione non è così lineare.

A dicembre Bronco compirà 51 anni. Li dimostra tutti. Quando sale sul ring la sua struttura fisica è imbarazzante: 1.93 per un peso che oscilla tra i 135 e i 147 chili!

Lento di braccia, poco mobile, discreto lavoro al corpo e nulla più.

L’ho visto combattere in alcuni video e mi sono venuti in mente Eric Esch detto Fagiolino e Kimbo Slice. I suoi rivali hanno record decorosi sulla carta, ma se appena vai a scavare ti accorgi che nessuno di loro ha un minimo valore assoluto.

Di nomi importanti ne ha affrontati quattro: contro tre di loro ha perso per ko, con l’altro (James Broad) ha vinto ai punti in sei round. Ma Broad all’epoca era salito sul ring portandosi dietro 145 chili e una pancia da fare spavento.

wbc

Il Wbc lo colloca dunque al numero 17 (olte ai Top 15 ha davanti anche Manuel Charr), una classifica che mi sembra sicuramente generosa. Forse la fedeltà all’Ente, le multiple difese dei titoli minori (dieci volte solo il Latino), la capacità di chiudere in fretta anche se contro avversari di basso livello gli hanno concesso l’accesso a una corsia preferenziale. Ma lo stesso Wbc si è imposto un limite, molto probabilmente è per questo il motivo che gli ha impedito finora di salire nella Top 15, posizione che gli permetterebbe davvero di chiedere una sfida mondiale.

Questo caso non mi convince.

Bronco Billy Wright ha quasi 51 anni, un fisico, diciamo, abbondante. E negli ultimi diciassette anni non ha affrontato alcun rivale importante. Il World Boxing Council è proprio sicuro di non avere fatto qualche clamoroso errore di valutazione?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s