Monthly Archive: November, 2014

Boxe, tutte le colpe del nuovo professionismo

HO LETTO con interesse la polemica aperta su Facebook da Patrizio Oliva sulla questione “Aiba e gestione del professionismo”. Ho letto i tanti pareri contrari e i pochi favorevoli. Vorrei aggiungere alcuni appunti… Continue reading

Chitarre o racchette, l’importante è distruggerle…

NON IMPORTA se siano chitarre o racchette. L’importante è distruggerle. Strana gente gli psicologi. Dicevano che per Jimi Hendrix la chitarra fosse una proiezione del membro. Se l’analisi fosse stata giusta, ci sarebbe… Continue reading

Mugabi, Hagler e quella sfida pazzesca

NON ERA STATO un match di pugilato ma una guerra selvaggia. Vederli combattere era stato eccitante e spaventoso. Avevo visto sul ring due nobili tigri che si azzannavano e lottavano senza risparmiarsi, mettendo… Continue reading

Brooklyn, Oceano, Blue Force. Che nomi per i figli dei Vip!

SONO BAMBINI famosi fin dalla nascita, ma devono anche portarsi dietro per tutta la vita il peso di un nome da brivido. Sembra che ai figlioli delle celebrità sia vietato per legge chiamarsi… Continue reading

I quotidiani sportivi perdono ancora, ma la Gazzetta attacca

CONTINUA LA CRISI dell’editoria che ha ormai raggiunto cifre inquietanti. Anche a settembre la diffusione dei quotidiani è caratterizzata da ulteriori perdite di copie. In alcuni casi il calo del cartaceo è compensato… Continue reading

Dolgopolov, il pifferaio magico del tennis

C’E’ FAME di talenti nel tennis. La noia è il nemico più grande da battere. C’è una caccia spietata a ogni atleta che sappia regalare emozioni. L’inseguimento al Pifferaio Magico è aperta. In… Continue reading

Il papà picchia l’arbitro. Il figlio chiede scusa

Un arbitro di calcio di 17 anni è stato aggredito dal papà di un giocatore. Il genitore ha invaso il campo e ha picchiato il direttore di gara, mandandolo all’ospedale dove è stato… Continue reading

Lauren, il sogno in un canestro

LAUREN HILL ha esordito con la squadra di college della Mount St Joseph University. Dopo diciassette secondi è andata a canestro. Ha poggiato il peso sulla gamba destra ed ha messo la palla… Continue reading

Bundu: Sarà dura, ma voglio quel mondiale

UN GIOVANOTTO dai lunghi capelli neri e dalla barba incolta si metterà di traverso tra il nostro pugile più forte e un sogno da realizzare. E ha le carte in regola per farlo,… Continue reading