Un mensile (fisso) della FPI per i migliori professionisti italiani

Inserita nell’ultimo punto (l’undicesimo) del comunicato sul Consiglio Federale di oggi, si nasconde una decisione importante della Federazione Pugilistica Italiana. Una scelta voluta dalla presidenza e non appoggiata pienamente da alcuni dirigenti sia all’interno del CF che del Comitato Tecnico Professionisti (CTP), ma questo il comunicato non lo dice.
È stato presentato un progetto a sostegno del movimento professionistico. 
Sarà stilata una classifica per meriti all’interno del settore, privilegiando un gruppo ristretto di atleti di buon livello. Ai primi 10/15 della graduatoria sarà assegnato uno stipendio fisso mensile (nel comunicato viene chiamato premio per i pugili) che servirà a rendere meno difficoltosa l’attività pugilistica di chi potenzialmente è in grado di produrre risultati importanti.
I premi saranno estesi anche a tecnici e società collegate agli atleti prescelti.
Non è stato ancora fissata l’entità del compenso, credo che potrebbe concretizzarsi attorno ai 12.000 euro annui. 
In pratica si userà lo stesso trattamento che da molto tempo ha tenuto in piedi il dilettantismo azzurro.
Tutto (o quasi) è stato inserito nel comunicato, a firma del presidente Flavio D’Ambrosi, apparso quaranta minuti fa su Facebook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...