È di Gabe Rosado il ko più sorprendente dell’anno…

Sabato notte, Don Haskins Center, El Paso, Texas.
Sul ring Bektemir Melikuziev, 25enne uzbeko residente in Carlifornia. Argento nei medi all’Olimpiadede di Rio. Imbattuto da professionista (7-0, 6 ko), strafavorito. I bookmaker pagano la miseria di 1.09 ogni dollaro puntato su di lui.
L’altro pugile si chiama Gabriel Rosado, detto Gabe. Ha 35 anni e un record di 25-13-1, 15 ko. I suoi tempi migliori sono passati. Dal 2013 a oggi ha un record di 4-8-1. In lavagna lo danno a 12/1. Pagano dodici volte la posta nel caso dovesse vincere.
In palio i titoli WBA Continental e WBO International dei supermedi.
L’arbitro è Rocky Burke.
Le cose vanno come previsto nel primo round. Rosado le prende e va knock down.
Subisce anche nella seconda ripresa.
L’incontro si chiude dopo 1:21 del terzo round, ma non nel modo che tutti pensavano dovesse accadere.
Sull’attacco del mancino uzbeko, Gabe indietreggia sino all’angolo, poi spara un destro che è una fucilata. Melikuziev viene centrato al mento e va giù, faccia in avanti.
È finita.
Gli scommettitori ottimisti, assieme agli amici di Rosado, vanno all’incasso. Lui continua a saltare su ring come un indemoniato. Ha appena fatto bingo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...