La Wba non conosce la vergogna e annuncia quattro mondiali nei cruiser

Quattro campioni per un titolo.
Quattro campioni (che vengono definiti mondiali) nella stessa categoria, per lo stesso Ente che gestisce una fetta del pugilato.
Murat Gassiev (26-0, 19 ko) è il supercampione dei massimi leggeri (cruiser) Wba (e lo è anche per Ibf, Wbc, Wbo).
Denis Lebediev (30-2-0, 22 ko) è il campione in sospeso dei massimi leggeri Wba.
Arsen Goulanurian (23-0, 25 ko) è il campione a interim dei massimi leggeri Wba.

Questa la situazione fino a sabato quando, battendo in un match con il titolo vacante Hizui Altunkaya (30-10-0) ad Astana per kot 9, Beibut Shumenov (18-2-0, 12 ko, foto in alto e in basso) è diventato il nuovo campione regolare Wba.
E sono quattro!

Non bastano la differenziazione in diciassette categorie di peso, la spartizione in quattro Enti diversi, considerando solo le sigle maggiori e ignorando le altre (almeno) dieci. No, ecco la World Boxing Association che ci racconta che in una sola categoria, i massimi leggeri, lei ha quattro campioni del mondo.
A Roma si dice: non conosce la vergogna.
Va bene anche Totò: “Ma mi faccia il piacere!

Advertisements