Brook, diretto destro e un fantastico jab per battere Spence. Ma…

Kell Brook è un pugile che si porta dietro troppe domande.

Quesiti che impediscono di giudicarlo solo per il suo valore.

È una situazione che mi fa fare un viaggio indietro nel tempo.

Trent’anni fa Sugar Ray Leonard sfidava Marvin Hagler sul ring del Caesars Palace di Las Vegas. Saliva di peso per approdare in una categoria che non aveva mai frequentato, ma soprattutto era al secondo match degli ultimi cinque anni. Da quando era stato operato all’occhio sinistro per il distacco della retina, il 9 maggio dell’82, aveva affrontato solo Kevin Howard. Aveva vinto, ma aveva subito il primo knock down della carriera professionistica.

In molti, io per primo, al momento di formulare il pronostico ci eravamo lasciati influenzare da queste componenti, dimenticando il valore e le caratteristiche di un campione come Sugar Ray.

Mi ritrovo nella stessa situazione.

Kell Brook è reduce da un brutto kot, per riproporsi nella sua categoria naturale ha perso (a detta del suo nutrizionista) quasi sedici chili di peso da quando venti settimane fa ha ripreso gli allenamenti, torna sul ring dopo l’operazione all’occhio destro per una frattura della cavità orbitale.

Ora ha una placca di titanio a protezione dell’occhio.

Non posso ragionare con la testa degli altri. L’idea di prendere colpi su una cavità orbitale, dopo che un chirurgo ha faticato per sistemare la frattura e ha trovato come migliore soluzione quella di applicare una placca e fissarla con delle microscopiche viti, è un’idea che mi farebbe impazzire. Scapperei più lontano possibile da qualsiasi confronto fisico.

Ma io non sono Kell Brook. Devo quindi pensare che se ha scelto di combattere, non è schiavo di alcuna preoccupazione.

Resta in piedi il problema del peso.

Martedì scorso è salito sulla bilancia elettronica che ha dato il suo responso: 148.2 libbre (il limite è 147). Restavano da tirar via la miseria di cinque etti. Al peso ufficiale di venerdì ha segnato 146.5. Ce l’ha fatta. Anche se questo non gli garantisce al cento per cento che non ci saranno problemi.

Ha perso sette chili dall’ultimo match, ma soprattutto ne ha persi quasi sedici nelle ultime venti settimane. Sempre che quello che ci hanno raccontato sia vero.

Ecco perché dico che il secondo dubbio sembrerebbe risolto solo in apparenza .

Rimarrebbe la scossa psicologica della prima sconfitta, del primo knock out subito. A parole non dovrebbero esserci problemi, ma qui ho qualche interrogativo in più.

Metto momentaneamente da parte i dubbi 1, 2 e 3.

E finalmente posso parlare del pugile.

È un campione.

Il diretto destro e il jab sinistro danno consistenza alla sua boxe.

Il destro è l’immagine della potenza distruttrice, cala come una mannaia sui malcapitati avversari e li distrugge.

Il jab costruisce e contribuisce alla demolizione delle forze rivali.

Sa stare sul ring, si muove senza grande velocità di gambe ma con accortezza. Sa tagliare la strada al nemico, sa pressarlo. È un attaccante che accetta sempre e comunque lo scontro.

L’ha fatto contro Gennady Golovkin, un peso medio campione del mondo e con la dinamite nei pugni. L’ha affrontato sulla corta distanza, non è andato via sulle gambe. Si è fermato e ha scambiato, mettendo a volte in difficoltà il kazako. Poi ha pagato pesantamente questo atto di orgoglio.

Ha boxato così perché probabilmente non può fare altro.

Ha accettato gli scambi anche con Shawn Porter la notte in cui è diventato campione dei welter per l’Ibf. Questa è la sua boxe. Penso proprio che sarà così anche contro Errol Spence jr.

A quel punto c’è da chiedersi come pensi di superare la difficoltà che il trovarsi davanti a un mancino comporta. Nel corso delle difese mondiali ne ha affrontati due, Frankie Gavin e Ionut Don Ion. E li ha messi via prima del limite. Ma tra i due signori e Spence c’è l’Oceano.

E allora penso a un altro colpo che Kell porta con naturalezza ed efficacia. Il montante, sia sinistro che destro. Entrambi in direzione del mento. Chissà, potrebbero costituire la soluzione nel momento in cui il destro di prima intenzione dovesse trovare difficoltà di manovra.

Il match nasce sotto una cappa di grande equilibrio.

Brook dovrebbe aggredire subito, impedire all’altro di organizzarsi, fiaccarlo lentamente sul piano fisico. Ma lo sfidante ha gambe e braccia più veloci, mentre sul piano della potenza credo siano quasi sullo stesso piano come lo sono su quello puramente tecnico, con una leggera preferenza anche qui per Spence jr.

Errol è, come si dice, più bello da vedere. La sua boxe mi ha catturato. A seguirli impegnati in parallelo, il confronto per me è sempre finito in favore dell’americano. Anche se di poco, anche se con qualche dubbio.

Adesso che saliranno sullo stesso ring capiremo molte cose.

È forse il più bel confronto che la boxe di oggi possa proporre.

Hanno talento, classe nel gestire le situazioni, personalità, potenza, tecnica. Sono campioni assoluti. E si affrontano.

Ha coraggio Brook a mettere in fila rivali come Golovkin e Spence.

Ha coraggio Spence a volare in Inghilterra per battersi col campione, anche se più che una scelta è stata una tappa obbligata.

Dopo Joshua vs Klitschko arriva Brook vs Spence. Due grandi sfide, l’augurio è che la seconda risultati spettacolare almeno quanto la prima.

E che sia più entusiasmante di Hagler vs Leonard…

Età: 31 anni
Nato a: Sheffield (Gran Bretagna)
Residente: Sheffield (Gran Bretagna)
Altezza: 1.75
Guardia: Ortodossa
Soprannome: The Special One (Quello speciale)
Incontri: 37
Vittorie: 36
Prima del limite: 25
Percentuale di ko: 68%
Totale riprese disputate: 184
Sconfitte: 1
Debutto: 17 settembre 2004 (+ p. 6 Peter Buckley)
Ultimo match: 10 settembre 2016 (- kot 5 Gennady Golovkin)
Manager: Matchroom di Eddie Hearn

Quando
Sabato 27 maggio 2017

Dove
Bramall Lane Football Ground, Sheffield (all’aperto)

Spettatori previsti
Venticinquemila.

Incontro principale
Welter (campionato Ibf, 12×3) Kell Brook (36-1-0) vs Errol Spence Jr (21-0).

Orari riunione
Primo incontro: alle 19:00 ora italiana
Match principale: attorno alle 23:15 ora italiana

Quote bookmaker inglesi
Brook: 6/4 (per ogni 4 sterline scommesse, se ne intascano 6 in caso di vittoria)
Spence Jr: 4/7
Pari: 20/1

Ultimo match
10/9/2016 Gennady Golovkin b Kell Brook kot 5 (campionato medi Wbc, medi Ibf, medi Ibo).
21/8/2016 Errol Spence Jr b Leonard Bundu ko 6 (eliminatoria Ibf pesi welter)

Hanno detto
Brook: “Molte persone mi hanno suggerito vari modi per evitare Errol Spence Jr. Evidentemente non mi conoscono. Non sapevano quello che stavano dicendo. Voglio mostrare al mondo che sono il miglior peso welter del pianeta. E lo farò proprio davanti agli occhi della mia gente” (intervista a World Boxing News).
Spence Jr: “Sarò un rivale molto difficile da affrontare. Uscirò vincente da questa sfida. Sento che sarà una grande battaglia, non vedo l’ora di essere sotto quelle luci” (intervista a Sky Sports).

Dove vederlo in televisione
In Italia su FoxSports (canale 204, dalle 23:30) in diretta. Repliche: domenica 28 FoxSportsPlus (canale 205) dalle 12:00 alle 14:30; dalle 21:30 alle 24:00. Telecronaca Mario Giambuzzi, commento tecnico Alessandro Duran.
Nel Regno Unito in pay per view su Sky Sport UK al costo di 16,95 sterline (circa 20 euro).

Organizzazione
Matchroom di Eddie Hearn

Il resto del programma
Medi (4×3): Anthony Fowler (debutto) vs Artur Geikins (3-7-1, 2 ko)
Supermosca (8×3): Kyle Yousaf (10-0) vs Louis Norman (11-3-1)
Superpiuma (vacante Commonwealth, 12×3) Andy Townsend (18-4-0) vs Jon Kays (22-5-1)
Supermedi (vacante Wba Intercontinentale, 12×3) Jamie Cox (21-0) vs Lewis Taylor (19-3-1)
Massimi (vacante Commonwealth, 12×3) David Allen (11-2-1) vs Lenroy Thomas (20-4-0)
Supermedi (Wba Super mondiale, 12×2) George Groves (25-3-0) vs Fedor Chudinov (14-1-0)

L’articolo su Errol Spence jr è stato pubblicato ieri. Per leggerlo cliccare sul link…

https://dartortorromeo.com/2017/05/25/scopriamo-i-punti-forti-e-il-lato-debole-di-errol-spence-jr/

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s