Che brutta cosa! Il gancio sinistro dello zio-coach vendica il nipotino…

Andy Dirrell è all’angolo, Josè Uzcategui lo pressa.

Sono gli ultimi secondi dell’ottavo round.

Gancio sinistro, Dirrell è alle corde.

Suona il gong.

Gancio e ancora gancio di Uzcategui.

Dirrell è a terra.

L’arbitro Bill Clancy decide che non è in grado di continuare e squalifica Uzcategui per colpo irregolare.

Caos sul ring.

Leon Lawson, zio e coach di Dirrell, avanza lentamente verso l’angolo di Uzcategui. Si pianta sulle gambe e lascia partire un devastante gancio sinistro che fa letteralmente girare la testa del pugile colto di sorpresa e con i muscoli del collo rilassati. Poi prova a mettere a segno un diretto destro. Alla fine, lentamente e camminando all’indietro se ne va.

Dirrell viene ricoverato in ospedale per trauma cranico. Uscirà a notte fonda.

La polizia sta dando la caccia a Leon Lawson per arrestarlo con l’accusa di aggressione e percosse.

È accaduto sabato all’MGM National Harbor di Oxon Hill, Maryland.

In palio c’era il titolo internazionale Ibf dei supermedi.

Il match è stato vinto per squalifica all’ottavo round da Dirrell.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s