Il futuro di Joshua dipende ancora da Klitschko. La lista dei pretendenti…

Due giudici su tre avevano avanti Anthony Joshua al momento del kot.
Don Trella (Usa) e Nelson Vazquez (Portorico) 96-93 per il britannico, Steve Weisfeld (Usa) 95-93 per l’ucraino. Io avevo 96-94 per Klitschko.
Stavamo andando quindi verso un successo di AJ, anche senza il kot.
E questo non mi sembra giusto.

Passiamo a un altro argomento.
La stampa mondiale si è esaltata davanti al match, non c’è stato giornale nel mondo che non abbia parlato in termini più che positivi della sfida.
USA Today (Stati Uniti)

Washington Post (Stati Uniti)

Johannesburg Times (Sudafrica)

L’Equipe (Francia)

La Repubblica (Italia)

Espn.com (Stati Uniti)

Daily Mirror (Gran Bretagna)


Ho parlato con Massimo Barrovecchio, due volte miglior arbitro del mondo.
Incontro entusiasmante, due pesi massimi che hanno regalato una grande notte a questo sport“.
Mi ha scritto Patrizio Oliva: oro olimpico e miglior pugile dei Giochi di Mosca 1980; campione italiano, europeo e mondiale tra i professionisti.
Abbiamo assistito finalmente a un match vero tra due grandi campioni che hanno onorato la categoria dei pesi massimi. Pugili dalla bellezza fisica statuaria, dalla potenza dei colpi, dalla velocità di esecuzione. Soprattutto due uomini che hanno dato un esempio grandissimo. In un match di boxe, come nella vita, non bisogna mai darsi per vinti anche quando sei sull’orlo del baratro“.
Ho telefonato a Franco Esposito, il più competente giornalista di pugilato che ci sia in Italia.
Una dimostrazione di boxe ad alto livello“.
Ho ascoltato voci di esperti, tecnici, appassionati.
Tutti hanno definito il mondiale dei massimi “molto bello“.
E con questo chiudo definitivamente l’argomento.


Proviamo ora a capire cosa possa esserci nel futuro di Joshua.
La prima opzione è Wladimir Klitschko. L’ucraino ha, da contratto, diritto a una rivincita entro l’anno. Ottobre o novembre le possibili date. Eddie Hearn, il promoter, ha detto: “Prima di discutere con qualsiasi altro pugile, aspetteremo di sapere se Klitschko intenda o meno sfruttare l’opzione“.
Ha vinto il migliore. Ma io vado avanti, spero di avere un’altra occasione” ha detto Klitschko appena dopo aver perso.

Secondo obiettivo, Tyson Fury. Anche qui il match andrebbe a fine anno. Ma il gigante inglese non è ancora tornato sul ring dopo uno stop di diciotto mesi e una vicenda incredibile tra positività ai controlli antidoping, crisi esistenziali, insulti al mondo intero, giochini non esaltanti e crescita imbarazzante di peso. Ha detto che rientrerà in luglio.
Joshua lo ha sfidato subito dopo aver messo kot Wladimir.
Dove sei baby? Andiamo, non è quello che volete vedere? (rivolto al pubblico) Mi piace combattere. Io amo combattere. Tyson Fury, so che hai parlato molto e vuoi risalire sul ring. Voglio dare a queste novantamila fantastiche persone la possibilità di tornare a vedere dell’ottima boxe”.
L’ex campione mondiale non ha tardato a far sentire la sua risposta via Twitter: “Ben fatto Anthony Joshua, un buon combattimento. Siete stati tra la vita e la morte. Ragazzo, io con Klitschko ho giocato. Va bene, andiamo a ballare”.
Vedremo come finirà.


Deontay Wilder si è fatto avanti personalmente. Era a bordo ring per fare il commento tecnico al match su SkySport UK assieme a Tony Bellew.
Ogni volta che vengo qui sento tanto amore, tornerei a braccia aperte senza alcuna remora. Faccio questo mega incontro, unifichiamo i nostri titoli. Appuntamento a fine anno per un grande evento.

Eddie Hearn ha detto che il prossimo incontro si farà dove ci saranno i soldi, tanti soldi. In Cina, ad esempio. È un mercato in evoluzione e pieno di risorse economiche.
Showtime, la televisione americana che detiene i diritti per i prossimi due combattimenti di Joshua, ha risposto che sarebbe interessante vedere il campione a New York o Las Vegas. Perché, giurano, se è vero che allo Wembley Stadium c’erano novantamila spettatori, è anche vero che i soldi si fanno con la pay per view. E gli Stati Uniti sono il mercato ideale, soprattutto se la sfida dovesse essere con Deontay Wilder.


Restano in corsa anche Luis Ortiz, numero 1 della Wba (ente di cui ora AJ è supercampione), e Kubrat Pulev: il più alto in classifica per l’Ibf. Ma sono soluzioni che non porterebbero grandi guadagni, quindi penso proprio che saranno messe in secondo piano.
Ultimo della lista Jospeh Parker, neo detentore del titolo Wbo. Anche qui direi che le possibilità di realizzazione della sfida non superino il 5%.
Al momento Anghony Joshua è la gallina dalle uova d’oro.
Tutti in fila per mangiare un pezzetto della torta.
Ma a decidere con chi dividerne una piccola parte sono lui ed Eddie Hearn. Gli altri, per ora, possono solo parlare.

https://dartortorromeo.com

cover mazzinghi

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s