Il mistero dei 36 giudici/arbitri sospesi dall’Aiba dopo Rio 2016 e non ancora reintegrati…

1912858-40252921-2560-1440

L’Aiba non ha ancora reintegrato i 36 arbitri/giudici che hanno operato ai Giochi di Rio 2016. Come annunciato, sta esaminando il loro operato caso per caso. Nessuno dei trentasei è stato designato per officiare alle World Series of Boxing.

Il risultato di questa esclusione è che vengono coinvolti nelle giurie personaggi che hanno difficoltà a seguire logici percorso tecnici. E così accade che per match sulla distanza di cinque round (WSB) sui cartellini dei tre giudici ci siano differenze anche di 5, 6, 7 o addirittura otto punti!

Ad esempio nel match tra Blanc vs Martinez (Argentina vs Colombia) vinto dal primo per 2-1, accade che un giudice veda sei punti e un altro quattro per Blanc. Mentre il terzo, il turco Yasar Cinar, chiuda il match con un punto per Martinez…

La sfida tra il cinese Chang e il russo Ogannisian, vinta dal primo, ha registrato un divario di otto punti: rispettivamente cinque e tre a favore di Chang, mentre il terzo giudice (dello Sri Lanka) ha dato tutte e tre le riprese a Ogannisian.

Anche il rececente match tra il nostro supermassimo Vianello e il marocchino Arjaoui ha registrato una differenza di sei punti, con l’algerino Azhmaoue Lazizi completamente fuori giudizio.

Il problema arbitrale dell’Aiba era già venuto pesantemente fuori durante l’Olimpiade brasiliana. Molti i verdetti contestati, alla fine l’associazione aveva temporaneamente sospeso tutti e 36 gli arbitri/giudici del torneo e sciolto il club dei Magnifici Sette, i boss del settore arbitrale: Mik Basi (Gbr), Kheira Sidi Yakoub (Alg), Michael Gallagher (Ire), Mariusz Gorny (Pol), Vladislav Malyshev (Rus), Gerardo Poggi (Arg) e Rakhymzhan Rysbayev (Kaz).

Questo accadeva ad agosto 2016.

Ora, a sorpresa, a sette mesi di distanza sembra che i primi due a essere reintegrati saranno proprio il kazako Rysbayev e l’argentino Poggi. Al momento non so se riavranno in toto i loro privilegi: uno stipendio fisso di 5.000 dollari l’anno, più un bonus di 500 o 1000 dollari a match, a seconda del livello dei tornei in cui sono chiamati ad operare.

Gli altri resteranno in attesa, probabilmente sino alla fine delle WSB.

C’è sempre un’aria di mistero attorno al settore, ma anche attorno all’Aiba.

L’algerino Karim Bouzi è stato il secondo direttore generale ad essere stato espulso dopo che il coreano Ho Kim, suo predecessore, aveva subito lo stesso trattamento. Al momento non è stato nominato un successore.

Advertisements