A 39 anni dall’ultimo match, la presentazione nella sua Pontedera del libro sulla vita di Mazzinghi

1364064584

4 marzo 1978.

Sandro batte ai punti in 10 riprese il francese Jean Caude Warusfel (29-8-3).

È il suo ultimo match.

“Mercoledì, 4 ottobre del ’78.

Un telegramma annuncia che la seconda carriera di Alessandro Mazzinghi è appena finita. Ha compiuto quarant’anni, la Fpi gli ha immediatamente comunicato che deve ritenersi un ex pugile.

E questo non gli sta proprio bene.

Non accetta che qualcuno gli dica cosa deve fare.

Gli altri volevano che non ci provasse neppure , il solo sentire queste voci l’ha convinto ad andare avanti in un’avventura che si è fortunatamente chiusa senza contraccolpi importanti.

Ancora una volta l’ha avuta vinta lui.

15107452_1283887751661926_3741011892408197352_n

Ha affrontato la vita a testa bassa, fondendo in un grande racconto l’uomo e il pugile.

Tre parole lo hanno sempre accompagnato lungo il cammino.

Nato per combattere.

È il motto di un uomo che non ha mai avuto paura.

Neppure quando si è trattato di piangere”.

(da “Anche i pugili piangono” di Dario Torromeo, edizioni Absolutely Free, 224 pagine, 15 euro)

https://studio.stupeflix.com/v/cj9d2ApTRAtu/

locapontedera

4 marzo 2017.

Sabato, nella sua Pontedera, verrà presentato il libro che racconta una vita da campione.

 

 

Advertisements