Eric Molina insegna ai bambini disabili. Sabato sfiderà Joshua per il mondiale massimi

e-molina

Combattere è la parte divertente della vita.

Insegnare ai bambini disabili è il lavoro, la passione, la missione da cui Eric Molina non si allontanerebbe mai.

Ho avuto l’ennesima conferma, dietro ogni pugile c’è una storia da raccontare.

Il colosso texano sabato prossimo salirà sul ring della Manchester Arena per sfidare Anthony Joshua, in palio il titolo Ibf dei pesi massimi. Per ogni bookmaker che si rispetti Molina è nettamente sfavorito: punti un euro sul campione e se vince te ne tornano 1.03. Punti un euro sullo sfidante e se vince te ne tornano 13. Un sondaggio del Daily Mirror si è chiuso con il 92% dei pronostici per Joshua.

Sono sfavorito quando salirò sul ring per il titolo, quei bambini sono sfavoriti in ogni momento della loro vita. È per questo che non mi staccherò mai da loro”.

Sconfitto per ko 1 il giorno del debutto al professionismo, Eric ha poi messo assieme diciotto vittorie di fila per poi finire nuovamente knock out alla prima ripresa.

Ha così deciso per una pausa di riflessione.

Era il 2012.

Un solo match in due anni.

Ha preso un Master in educazione per disabili all’Università del Texas ed è andato a lavorare in una scuola di Edinburg nell’Hidlago County, Texas.

È meraviglioso. Sono come un padre per quei bambini”.
Esce dall’aula alle 4:30 del pomeriggio, trenta minuti dopo è in palestra. A mezzanotte fa il footing. Nel week end le sessioni di sparring.

Qualcuno gli ha detto che se si prendesse una vacanza potrebbe allenarsi con maggiore continuità. Lui ha risposto che quei bambini nella sua vita vengono al primo posto, davanti anche al pugilato.

Sul ring lo ha riportato il suo organizzatore, Don King.

Il pugile insegnante di Raymondville ha raccontato la sua storia al San Antonio Express.

Mi ha conquistato.

Eric Molina ha 34 anni e un record di 25-3, 19 ko.
Tutte e tre le sconfitte sono arrivate prima del limite.
Il 13 giugno 2015 contro Deontay Wilder, ko 9. Ma nel terzo round lo ha scosso con un gancio sinistro che il campione del Wbc non ha mai dimenticato.
Il 18 febbraio 2012 contro Chris Arreola, ko 1.
Il 13 marzo 2007, al debutto, contro Ashanti Jordan, ko 1.
Il match per il titolo Ibf sarà trasmesso in diretta televisiva in Italia da FoxSports.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s