Mayweather mostra un assegno da 100 milioni di dollari e deride i suoi detrattori

kover

Floyd Mayweather jr attacca a testa bassa.
Non lo faceva sul ring, lo fa nella vita.
Ma quando passa dalla tecnica pura del pugile all’arroganza in società di un uomo ricco perde lucidità, diventa volgare e decisamente antipatico.
Ha postato una foto sul profilo Instagram.
È un assegno a suo nome per 100 (cento) milioni di dollari.
È datato 2 maggio 2015, il giorno della sfida con Manny Pacquiao a Las Vegas: un match che ha generato un giro d’affari di seicento milioni di dollari e ha visto 4,6 milioni di persone comprare l’accesso alla pay per view.
Quei cento milioni rappresentavano il minimo garantito per Mayweather, che alla fine ne ha messi in banca 220.
Sotto la foto dell’assegno ha scritto un messaggio per quelle persone che ipotizzano match contro McGregor o Pacquiao, aggiungendo che il vero motivo del ritorno sul ring sarà la necessità di arginare un imminente crollo finanziario.
Il messaggio si potrebbe tradurre più o meno così.
Vi preoccupate del destino degli altri quando non ne avete uno vostro. Dovrete tutti andare ancora a lavorare, io invece sono felicemente in pensione. Alla fine della giornata sono i Benjamin Franklin a contare. Questo è un assegno da cento milioni e non è l’unico assegno importante che ho. Potete stare tranquilli: ho ancora ogni singolo centesimo di quanto guadagnato. Ho fatto investimenti intelligenti, mi spiace per chi pensava che non sapessi leggere, scrivere o far di conto. Voi tutti li chiamate orologi, io li chiamo pezzi del tempo. Tutti voi le chiamate barche, io li chiamo yacht. Voi tutti le chiamate case, io le chiamo ville signorili. Voi volate sui charter, io possiedo jet“.
Parole preziose come diamanti, autentici tocchi di classe sparsi in un solo capoverso.

kover2
Ci sarà un motivo perché lo chiamano Money…
I soldi per lui sono l’unica unità di misura per classificare la vita.
Floyd Money Mayweather è quello che
ha pagato 20.000 dollari un biglietto per partita 7 della finale Nba 2013 tra Spur e Heat
ha lanciato centomila dollari su un gruppo di spogliarelliste che si esibiva sul palco
ha comprato due aerei solo perché non voleva che sul suo viaggiassero anche le guardie del corpo colpevoli di pesare troppo
ha aperto due strip club a Las Vegas
ha girato un video con donne sculettanti travolte da una pioggia di banconote da cento dollari
ha regalato una Mercedes al figlio per il sedicesimo compleanno
ha comprato un’auto Koenigegg CCXR Trevita per 4,8 milioni di dollari
ha scommesso 350.000 dollari su una giornata della NBA
ha pagato mille dollari a pasto, per un mese, alla vigilia del match di Pacquiao.
Tutto questo e altro ancora ha fatto Floyd Mayweather jr.

tumblr_inline_ohffza3yhv1uo0qy6_1280-png-cf
C’é chi lo ama e chi lo odia.
Foto e post sul suo profilo Instagram hanno ricevuto 227.600 Mi Piace e 16.800 commenti.
E per un attimo si sono tutti dimenticati della sfida a Conor McGregor star dell’UFC o alla rivincita con Manny Pacquiao.

Advertisements