Rio 2016. Nel torneo femminile può bastare un match per salire sul podio…

pugilesse

Le donne hanno debuttato nel pugilato olimpico a Londra 2012.

Ho visto dal vivo quel torneo e sono stato testimone della bravura di alcune atlete, soprattutto delle tre vincitrici: Katie Taylor, Claressa Shields e Nicola Adams.

Detto questo mi sembra (diciamo) curioso la facilità con cui le ragazze potranno garantirsi il podio in questi Giochi.

Dodici iscritte e quattro medaglie per categoria. Il 33,3% delle partecipanti tornerà a casa con un riconoscimento. Ma questo potrebbe anche essere comprensibile.

Mi riesce più difficile capire come con un solo match una pugilessa possa già vincere almeno il bronzo. È quello che potrebbe accadere a ben dodici atlete: Katie Taylor (Irl), Yana Alekseeva (Aze), Anastasia Beliakova (Rus), Estelle Mossely (Fra) nei leggeri; Zhaina Sherbakova (Kaz), Peamvilai Laopean (Tha), Cancan Ren (Cin), Nicola Adams (Gbr) nei mosca; Claressa Shields (Usa), Khadija Mardi (Mar), Zian Zi (Cin), Nonchka Fontin (Ola) nei medi.

Avendo preso il bye al primo turno come teste di serie, sono già tutte ai quarti di finale.

Sinceramente non mi sembra una cosa seria.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s