Pugile marocchino arrestato per tentato stupro di due cameriere del Villaggio Olimpico

kover

Arrestato per tentato stupro.

Il 22enne pugile marocchino Hassan Saada, residente a Casablanca, è stato arrestato questa mattina all’interno del Villaggio Olimpico a Barra de Tijuca, Rio de Janeiro.

L’accusa è pesante. Avrebbe tanto di stuprare due cameriere che lavorano all’interno della struttura. Nel rapporto di polizia la denuncia è precisa. Il marocchino avrebbe convinto le ragazze ad andare da lui con la scusa di volere scattare qualche foto per poi metterle su un social network. Successivamente avrebbe spinto una delle due contro il muro, l’avrebbe bloccata con le gambe e avrebbe tentato di baciarla.

Nei confronti dell’altra l’atteggiamento sarebbe stato ancora più aggressivo. Saada le avrebbe palpato il seno, poi avrebbe preso una mano della ragazza e mimando il gesto le avrebbe chiesto di masturbarlo dietro pagamento.

Il giudice Larissa Nunes Saly ha riscontrato la violazione dell’articolo 213 del codice penale e, dopo aver sottolineato la possibile reiterazione del reato, ne ha ordinato l’arresto.

Il Consolato marocchino è stato immediatamente informato.

1

Hassan Saada rischia almeno quindici giorni di carcere preventivo.

A questo punto diventa alquanto improbabile che possa presentarsi sul ring domani per l’esordio nel torneo olimpico.

Alto 1.83 per un peso di 81 chili, il marocchino è iscritto nella categoria dei mediomassimi. Sarebbe dovuto salire sul ring alle 17:30 di domani contro il turco Mehmet Nadir Unal.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s