Marciano vs Vingo, sembrava una tragedia è diventata una favola di fine anno

Ha sconfitto i migliori, ha chiuso la carriera imbattuto dopo quarantanove successi. Non sono stati i pugni dei rivali a spaventarlo. La più grande paura Rocky Marciano sul ring la vive nel match contro Carmine Vingo (16-1) in una notte di fine anno. Il ragazzo ha vent’anni, origini italiane, i genitori sfidano la povertà nel Bronx. La sera del 30 dicembre 1949 sale sul ring del Madison Square Garden contro Rocky (24-0). Ci sono diecimila spettatori, l’arbitro è Harry Ebbets. Dopo due minuti è già al tappeto, un doppio gancio sinistro di Marciano gli frattura la mascella, ma si rialza … Continua a leggere Marciano vs Vingo, sembrava una tragedia è diventata una favola di fine anno

Santo Stefano del ’67, storia di una giornata speciale in casa Duran

La voce inconfondibile di Fausto Leali usciva dalle finestre della casa al primo piano di un vecchio palazzo. A chi sorriderò se non a te. A chi se tu, tu non sei più qui. Ormai è finita, è finita, tra di noi. Ma forse un po’ della mia vita è rimasta negli occhi tuoi. Un amore finito male. Una storia che ha niente a che fare con la nostra, ma quella canzone aveva conquistato tutti e sul piatto del giradischi la faceva da padrona. Impossibile non ascoltarla anche dalla strada. Era un martedì. Uno strano giorno per salire sul ring. … Continua a leggere Santo Stefano del ’67, storia di una giornata speciale in casa Duran

Roma vs Spezia, l’urlo di un bambino è l’unica memoria che porterò nel tempo

Roma contro Spezia, ottavi di Coppa Italia, stadio Olimpico. Fine dei tempi supplementari. La telecamera di Rai 2 si ferma sul volto di un bambino. È deluso, amareggiato, e anche un po’ incazzato. Guarda il campo dove i suoi eroi sono in attesa di tirare i calci rigore. L’inquadratura resta su di lui per tre secondi al massimo. Giusto il tempo per vederlo gridare qualcosa. PIPPE! Urla il bimbetto in tribuna. Ha detto GIPPE? Nel senso di jeep in gergo dialettale? Ha detto TRIPPE? Nel senso di frattaglie ricavate dallo stomaco di un bovino? No. Ha detto PIPPE! Nel senso … Continua a leggere Roma vs Spezia, l’urlo di un bambino è l’unica memoria che porterò nel tempo

Alvarez vs Golovkin a settembre 2016, firmato un accordo…

Il World Boxing Council ha annunciato il raggiunto accordo tra la Golden Boy Promotion e la K2 Promotion in rappresentanza rispettivamente del campione dei medi Wbc Saul Canelo Alvarez (46-1-1, 31 ko) e del campione a interim Gennady Golovkin (34-0, 31 ko). Entrambi i pugili sono stati autorizzati a fare una difesa volontaria dei loro titoli. Una negoziazione di quindici giorni sarà concessa a partire dal giorno delle difese volontarie o dal 31 maggio 2016. Se non sarà raggiunto l’accordo privatamente la negoziazione sarà condotta secondo le regole del Wbc, ovvero attraverso un’asta. Se dopo le difese volontarie uno dei … Continua a leggere Alvarez vs Golovkin a settembre 2016, firmato un accordo…

Il caso Roy Jones jr, perché nessuno lo ferma? Adesso è davvero in pericolo

Roy Jones jr corre seri pericoli ogni volta che sale sul ring. La sconfitta contro Enzo Maccarinelli è stata devastante, un ko brutale. Da troppo tempo il campione di Pensacola rischia di trasformare ogni suo match in una tragedia. Mi ero già spaventato quattro anni fa guardandolo contro Denis Lebedev. Avevo pregato perché la punizione non fosse più severa di quello che era già stata. Un ko devastante. Dieci colpi consecutivi, due dei quali terribili. Jones a terra per qualche minuto, la moglie che trema e piange sul ring. Ma era tutto già scritto. L’ex campione del mondo, che è … Continua a leggere Il caso Roy Jones jr, perché nessuno lo ferma? Adesso è davvero in pericolo

Giornali sportivi, mai una buona notizia…

I dati di diffusione di ottobre 2015 non sono esaltanti per due quotidiani sportivi su tre. L’unico in segno positivo, uno dei pochi nell’intero panorama nazionale, è Tuttosport (+11,2% nei giorni della settimana rispetto a ottobre 2014, +1,1% il lunedì). Gazzetta dello Sport e Corriere dello Sport perdono più o meno nella stessa misura percentuale. Il fatto è che il trend negativo è diventato pluriennale e le copie vendute (tra cartaceo e digitale) stanno raggiungendo livelli di guardia preoccupanti. Il taglio degli organici redazionali è l’unico provvedimento finora adottato, oltre a un restiling grafico che già negli anni ha dimostrato … Continua a leggere Giornali sportivi, mai una buona notizia…

Il presidente dell’UFC si impone. Il 9 luglio a Las Vegas la rivincita tra Holly Holm e Ronda Rousey

La prima difesa del titolo Holly Holm la farà contro Ronda Rousey. Il 9 luglio nella nuova Grand Arena dell’MGM a Las Vegas affronterà proprio l’atleta a cui ha tolto la corona il 14 novembre scorso infliggendole un terribile ko.Lo ha detto Dana White, presidente dell’UFC, al Los Angeles Times. Il manager della Holm, Lenny Fresquez, si è detto dubbioso su questa scelta: “Non so se per quella data la Rousey avrà recuperato. Noi vorremmo disputare un match nell’attesa che lei si riprenda del tutto, vorremmo dare una possibilità a Miesha Tate che è la numero 1 della classifica“. Danda … Continua a leggere Il presidente dell’UFC si impone. Il 9 luglio a Las Vegas la rivincita tra Holly Holm e Ronda Rousey

Il 14 gennaio Creed esce in Italia, è l’ultimo film della saga di Rocky con Sylvester Stallone

Creed, nato per combattere è l’ultimo film legato alla saga di Rocky (in realtà si tratta di uno spinn off, ovvero di una trama ricavata da un altro film traendo spunto da uno dei suoi personaggi). Uscirà in Italia il 14 gennaio prossimo. I trailer in circolazione rendono bene la drammaticità della storia. Adonis Johnson (Michael B. Jordan, I Fantastici 4) non ha mai conosciuto il suo famoso padre, il campione del mondo dei pesi massimi Apollo Creed, che è morto prima che lui nascesse. Eppure non si può negare che la boxe il ragazzo l’abbia nel sangue. Adonis si … Continua a leggere Il 14 gennaio Creed esce in Italia, è l’ultimo film della saga di Rocky con Sylvester Stallone

Nuoto, Europei in corta. Manca il senso della misura…

Campionati europei in vasca corta, cioè da 25 metri. È come se la nazionale di Conte facesse i mondiali di calcetto. Pensate che ci sarebbero gli stessi resoconti trionfalistici? Le gare in corta sono uno sport nobile, da rispettare. Per carità. Ma per quale motivo non si riesce a dargli la giusta dimensione? Si celebrano i successi italiani come se i nostri avessero vinto l’Olimpiade. Due pagine e titolone in prima. Lo stesso trattamento ricevuto dalla Pellegrini quando ha vinto i Giochi di Pechino. Per carità, Paltrinieri e Federica non li scopriamo certo oggi. Ma credete sia giusto esaltarsi per … Continua a leggere Nuoto, Europei in corta. Manca il senso della misura…