Interim supermedi Wba, De Carolis per vincere deve evitare la corta distanza e boxare d’incontro

DeCarolis1

di Domenico Paris

Inutile girarci intorno. Sabato, nella serata organizzata da Sauerland alla DM Arena di Karlsruhe, a Giovanni De Carolis servirà un’impresa per conquistare il titolo interim WBA dei supermedi. E non soltanto per il valore di Vincent Feigenbutz, solido picchiatore in grado di vincere 19 incontri su 21 prima del limite, ma anche per superare l’handicap che una trasferta in Germania impone. A tal proposito, vale la pena ricordare il verdetto che nel 2002 a Braunschweig punì Stefano Zoff nel match per il titolo WBO dei leggeri contro Grigorian.

De Carolis, come lui stesso ha tenuto a sottolineare poco prima della partenza, arriva a questa sfida nelle migliori condizioni di forma possibili. Dopo l’onorevole sconfitta ai punti subita due anni fa da Abraham, il romano sembra aver trovato la giusta determinazione per emergere nella categoria. Eloquente in tal senso il convincente successo ottenuto lo scorso 2 maggio nell’ultima difesa dell’intercontinentale IBF contro Mouhamed Ali Ndiaye. Al cospetto di un avversario ben quotato alla vigilia, l’allievo dei maestri Italo Mattioli e Luigi Ascani ha saputo sfoderare una prestazione estremamente convincente (come pure aveva fatto nel precedente match contro Ajetovic), mettendo due volte per terra l’ex campione dell’UE (nel primo e nel decimo round) e mostrando un repertorio di colpi davvero completo. Certo, per aver ragione di Feigenbutz, dovrà fare molto di più di quello che si è visto al Palazzetto dello Sport del Flaminio. Davanti avrà un ventenne considerato dagli esperti tra gli astri nascenti del boxing continentale e non solo.

Dotato di un pugilato estremamente aggressivo, Feigenbutz è diventato professionista nel 2011 dopo aver maturato una buona esperienza anche in altri sport da combattimento. Ha perso il secondo match da professionista con Roman Alesin, poi ha praticamente messo fuori combattimento tutti gli avversari che si sono trovati sul suo cammino, sconfiggendo prima l’imbattuto Balazs Kalemen per l’intercontinentale WBO e mettendo ko al terzo round Mauricio Reynoso lo scorso 18 luglio nel match che gli è valso il titolo ad interim Wba.

Amatissimo nella sua Karlsruhe (2500 dei 5000 biglietti a disposizione sono stati polverizzati nei primi cinque giorni di prevendita), nelle dichiarazioni della vigilia si è detto pronto a mettere knock out senza troppi problemi il nostro pugile, per poi puntare al titolo assoluto della WBA detenuto da Chudinov e quindi incontrare i migliori della categoria.

099

Nonostante queste credenziali che incutono rispetto, il tedesco, che ha combattuto molto negli ultimi due anni (13 match), sembra avere ancora un’esperienza limitata: ha oltre quattro anni di professionismo in meno rispetto a De Carolis, al quale concede anche 5 centimetri in altezza (179 contro 184). L’aspetto sul quale dovrà insistere maggiormente lo sfidante per incanalare il match su binari a lui favorevoli è sicuramente rappresentato dalle non impeccabili qualità difensive mostrate finora da Feigenbutz.
Nel cercare costantemente il colpo risolutore il campione tende a lasciare spazio alle azioni di rimessa. Se sabato sera Giovanni riuscirà a trovare la giusta misura del jab, potrà infilarsi più volte nella sua guardia, provando poi a doppiare i colpi e a fare male.
Dal romano ci si aspetta non solo una condotta attendista, ma anche il coraggio di saper prendere l’iniziativa e di far valere le doti tecniche quando la difesa di Feigenbutz lascerà qualche spiraglio in cui infilarsi.
Un match da incontrista dunque, senza mai cadere nella voglia di andare a scambiare dalla corta distanza. Quella è zona pericolosa, terreno in cui la maggiore potenza del campione dovrebbe farsi valere.
Provare a mettere il tedesco al tappeto non sarà facile, ma il pugile romano potrebbe riuscirci, soprattutto se si mostrerà attento e intelligente a sfruttare le occasioni favorevoli che l’incontro gli riserverà. Quel che è certo, è che mai come ora è pronto a tirar fuori dal cilindro la prestazione perfetta per consacrarsi a livello internazionale.

È un match importante per lui e per il movimento italiano.

Giovanni De Carolis parte sfavorito, ma ha i mezzi per ribaltare il pronostico.
Ricordiamo che l’incontro verrà trasmesso da DJ Tv, sul canale 9 del digitale terrestre e sul canale 145 del bouquet Sky, a partire dalle ore 23:00.

I PROTAGONISTI A CONFRONTO

tabella copia

Advertisements