Mondiali, Mangiacapre avanza. Ma non entusiasma contro Arcon Diaz

ma copiaMondiali di Doha (Qatar, 5-15 ottobre).
Avanza Vincenzo Mangiacapre (nella foto). Batte chiaramente nel punteggio Luis Arcon Diaz, ma lo fa non offrendo una prestazione convincente. Mi è parso pesante, lento. Il venezuelano ha retto il confronto per un round, il primo, poi non è riuscito più a contrastare l’azzurro. Devo dire che ho nostalgia del Mangiacapre londinese, di quello che schivava con precisione millimetrica e aveva sufficiente velocità di braccia per rientrare e centrare il bersaglio. Quel pugile è solo un ricordo. Adesso è uno del gruppo, non ha alcuna particolarità che lo stacchi dal resto della categoria. E quando gli ostacoli diventeranno pìù ardui potrebbe non bastargli più la rabbia e la grinta che nelle ultime due riprese di oggi lo hanno condotto a un meritato successo.
Tornerà sul ring il 10 novembre contro il 24enne uzbeko Fazliddin Goivnarazov. Un giovane che è al suo secondo Mondiale. Nel primo è arrivato sino ai quarti di finale, fermato (18-10 il punteggio finale) solo da quel fenomeno che risponde al nome di Vasily Lomachenko. Ha ottenuto lo stesso risultato all’Olimpiade di Londra 2012. Oggi si è sbarazzato velocemente del Thulasi Tharumalingom con un kot al primo round, figlio di tre conteggi. Sarà dura per Vincenzo Mangiacapre.
Il match avrà in palio il passaggio alla semifinale, ovvero alle medaglie.Ma non sarà ancora quello che consegnerà il pass per Rio 2016, dove nei 64 kg andranno i primi tre.
Domani pomeriggio, venerdì 9, toccherà a Valentino e Picardi.
Il pugile di Marcianise affronterà nei 60 kg il 27enne mongolo Dorjyambuu Otgondolai, testa di serie numero 4. Uno che in questa stagione ha vinto tutto quello che c’era da vincere in Asia: Campionati della confederazione e Giochi Asiatici. Un cliente scomodo, pericoloso in questo ottavo di finale. È la stella del suo Continente e ha sufficiente esperienza per gestire la situazione essendo al terzo Mondiale. Valentino ha cominciato bene, ora è arrivato il momento della conferma.
Il 52 kg napoletano tornerà a combattere in serata contro un 19enne britannico dal nome impegnativo. Si chiama Muhammad Ali e ha grandi ambizioni. Ha vinto l’argento ai Mondiali Giovanili 2014. Si è innamorato della boxe guardando le imprese di Amir Khan all’Olimpiade di Atene 2004 e vorrebbe imitarne le gesta.Sarà un ostacolo alla portata di Picardi, che lo ha già sconfitto quest’anno. Ma i 13 anni di differenza potrebbero diventare un problema.
MONDIALI IN TV – Potremo vedere i Mondiali di Doha sugli schermi Rai secondo questo calendario.
11 ottobre: RaiSport 2 (diretta) dalle 17:55 alle 20:30 semifinali prima parte
12 ottobre: Rai Sport 1 (differita) dalle 22:00 alle 00:30 semifinali seconda parte
14 ottobre: RaiSport 2 (diretta) dalle 17:55 alle 20:00 finali prima parte
15 ottobre: RaiSPort 2 (diretta) dalle 17:55 alle 20:00 finali seconda parte

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s