Giochi Europei, nessuno ne sentiva il bisogno

Baku-2015-Giochi-Europei-Diretta-tvNon so voi, ma io di questi Giochi Europei che si stanno svolgendo a Baku, in Azerbaigian, non sentivo proprio la mancanza.

Dicono: ci sono i Panamericani, i Giochi Asiatici, i Panafricani perché il vecchio Continente doveva rimanere fuori?
Semplice, perché quelle tre competizioni assegnano titoli assoluti. Non importanti come le Olimpiadi, ma comunque di sostanza a livello continentale.

Noi abbiamo già i campionati europei di specialità, alcune discipline hanno addirittura la Coppa Europa. Perché aggiungere un altro appuntamento al già ingolfato calendario internazionale?

E che le cose non funzionino, lo dimostrano almeno due situazioni particolari.

L’idea è venuta nel 2012, l’unica città a dichiararsi disponibile a ospitare la manifestazione è stata Baku. Non c’è stato neppure bisogno di una votazione. Come è accaduto del resto anche per l’edizione successiva, quella del 2019. Si è presentata solo Amsterdam che ha ottenuto i Giochi. Ma venerdì l’Olanda ha informato tutti che si ritirava dalla corsa, ci pensasse qualcun altro a investire un bel po’ di milioni di dollari per una cosa che avrebbe riscosso un interesse minimo.

Il secondo segnale è arrivato dalle singole discipline.

Atletica leggera e nuoto sono le regine delle Olimpiadi.

Nessuna delle due presenterà i loro fuoriclasse. Esibizioni a livello giovanile e basta.

1433941159_GettyImages-476426814-600x335La soluzione auspicata da chi a questi Giochi tiene in modo particolare è stata quella di spingere a considerare le gare come veri e propri campionati europei, oppure a farle diventare valide per ottenere un pass olimpico. Alla prima sollecitazione hanno risposto sì solo judo e lotta, alla seconda hanno acconsentito tennistavolo, tiro e triathlon. Un po’ poco, con tutta la buona volontà.

In compenso vedremo il basket 3 contro 3, il beach soccer e il sambo (arte marziale russa). Fino al 28 giugno si lotterà per una medaglia a Baku, in una manifestazione che non riesce a suscitare interesse e sembra solo una copia sbiadita di mille altre.

L’eccezionalità delle Olimpiadi è data dalla cadenza temporale. Si svolgono ogni quattro anni, hai un’occasione ogni quattro anni e ti misuri con i più forti del mondo.

Inflazionare il calendario produce solo confusione, se le cose vanno bene. Disamore e disinteresse, se vanno male.

A fine Giochi capiremo quale delle due strade avrà percorso l’evento di Baku.

Advertisements