Il giallo dei palloni sgonfiati, sospeso il Messi della NFL

 

New England Patriots quarterback Tom Brady holds up the game ball after an NFL divisional playoff football game against the Baltimore RavensSaturday, Jan. 10, 2015, in Foxborough, Mass. The Patriots won 35-31 to advance to the AFC Championship game. (AP Photo/Elise Amendola) ORG XMIT: NYDP181

Tom Brady è uno dei più famosi giocatori nella storia del Football Americano. Assieme a Joe Montana detiene record che appartengono al magico mondo dei fenomeni: è stato il quarterback che ha portato per sei volte i New England Patriots al Superbowl. Ne ha vinti quattro, per tre volte è stato premiato come MVP. Il migliore in campo. Ha giocato dodici finali di Conference. In altre parole un fuoriclasse assoluto. Se parlassimo di soccer, calcio insomma, potremmo dire che equivale a Lionel Messi o Cristiano Ronaldo.

Tom Brady è stato squalificato per quattro turni con conseguente azzeramento di stipendio per il periodo di sospensione, la sua squadra multata di un milione di dollari e tolta dalla prima scelta per il 2016 e dalla quarta per il 2017.

Tutto questo in conseguenza di quello che negli Stati Uniti hanno chiamato “Deflategate”. Due membri dello staff dei Patriots avrebbero deliberatamente sgonfiato il pallone della finale di Conference contro Indianapolis Colts. E sembra che Brady ne fosse al corrente.

ARLINGTON, TX - JANUARY 12:  Wilson footballs are seen on the field before the College Football Playoff National Championship Game at AT&T Stadium on January 12, 2015 in Arlington, Texas.  (Photo by Jamie Squire/Getty Images)

Il magazziniere Jim McNally e l’addetto all’equipaggiamento John Jastemski sarebbero stati gli autori materiali del “crimine”. Uno scambio di messaggi tra i due sarebbe la prova determinante del reato contro le regole della NFL. In quegli stessi messaggi sarebbe stato scritto che la richiesta del quarterback era quella di avere il pallone molto più sgonfio di quanto consentito dal regolamento.

Tutto questo è scritto nel report di 243 che ha tenuto un investigatore indipendente, l’avvocato Ted Wells.

I palloni sono stati testati nell’intervallo della partita tra i New Englad Patriots e i Colts. Undici sono stati quelli trovati fuori regola.

Tom Brady si è rifiutato di collaborare all’indagine e ha impedito all’investigatore di controllare il suo cellulare.

Salterà le partite contro Pittsburg Steelers, Buffalo Bills, Jacksonville Jaguars e Dallas Cowboy. Il campionato comincerà il 10 settembre, lui scenderà in campo per la prima volta il 18 ottobre, proprio contro Indianapolis Colts…

I New England Patriots quella finale di Conference l’hanno poi vinta 45-7. E Brady ha passato la palla per tre touchdownd ed ha completato 23 passaggi su 35 per complessive 226 yard.

I Patriots hanno vinto anche il Superbowl sconfiggendo i Seattle Seahawks per 28-24.

Lo sport americano ha difeso le sue regole colpendo pesantemente il suo giocatore più popolare e la squadra campione in carica.

Vi chiedo: nella nostra Serie A sarebbe accaduto lo stesso?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s