Gigante polacco (2.06 per 159kg) nella NFL

kope

C’è un uomo nuovo in città.

Circoletto rosso sul calendario attorno al 14 agosto per la prima partita interna della pre season dei Minnesota Vikings contro i Tampa Bay Buccaneers.

Minneapolis vuole vedere all’opera l’ultimo acquisto: Babatunde Aiyegbusi, figlio di un ginecologo nigeriano e di una capo infermiera polacca.

Un gigante alto 2.06 per 159 chili di peso.

lui1

Ha esordito a 22 anni nel campionato polacco. Tardi. Prima aveva provato con il basket, ma picchiava tutti sotto canestro. Meglio cambiare.

Il professionismo l’ha conosciuto in Germania, con i Dresden Monarch.

Lavorava nella sicurezza in Polonia, faceva duecento miglia in macchina per allenarsi e giocare. A fine mese intascava l’assegno: 500 (cinquecento) euro.

Non poteva certo viverci.

A fine marzo ha firmato per i Vikings: tre anni di contratto a 1,575 milioni di dollari. Non gli sembra vero e ha ragione.

Ha 27 anni.

La prima volta che Matt Gaymon, il primo allenatore polacco, l’ha visto giocare ha detto: “Wow! Può muoversi!”

Ha fatto un provino per l’Università di San Antonio, Texas. È salito su un areo ed è volato negli States. Detto così sembra semplice, la realtà è stata diversa. La mole di Aiyegbusi e le dimensioni del sedile hanno creato un grosso problema. Per quasi l’intero viaggio il giovanottone è rimasto sdraiato sul corridoio dell’aereo. Ma alla fine è approdato a San Antonio pieno di speranze.

lui2

Gli è andata bene.

L’hanno preso.

Mike Shaliton, osservatore della squadra di Minneapolis, l’ha visto e l’ha subito raccomandato a Ryan Monnes, il suo capo.

Due giorni dopo i Minnesota Vikings lo avevano convocato per un provino. Ventiquattro ore dopo aveva firmato l’accordo.

È il quinto polacco nella storia della NFL, il secondo che non sia un kicker. Lui gioca offensive tackle.

Una montagna umana che incute soggezione.

Babatunde è felice, perché la felicità sia però completa aspetta che sua moglie Luisa e il figlioletto Babatunji di due anni e mezzo abbiano i documenti in regola per raggiungerlo negli Stati Uniti.

All’esordio ufficiale mancano quattro mesi. Ha abbastanza tempo per accontentare l’allenatore. Gli ha chiesto di scendere a un peso forma di 149,6. Quasi dieci sotto il peso attuale. Sarà dura, ma ne vale la pena. Ad attenderlo ci sono 1,575 milioni di dollari…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s