Ecclestone e il Cirque du Soleil riportano la F.1 a Las Vegas

kover

LA FORMULA 1 torna a Las Vegas. Il tracciato includerà la famosa Strip e toccherà i rinnovati alberghi Bellagio e Caesars Palace. La città del Nevada dovrebbe essere inclusa già nel calendario 2016, al massimo potrebbe slittare al 2017.

Si tratta di un ritorno, l’ultimo Gran Premio nella capitale del gioco era stato disputato nel 1982, su un circuito all’interno del parcheggio del Caesars Palace. La vittoria era andata a Michele Alboreto (nella foto, premiato da Diana Ross) su Tyrrell Ford. L’altro GP disputato nella città si era svolto l’anno prima ed era stato vinto da Alan Jones su Williams Ford.

Bernie Ecclestone ha svelato l’idea all’Indipendent, affermando che le trattative sono in uno stato avanzato. Uno dei più famosi disegnatori di circuiti di F. 1, Herman Tilke, ha già visitato un paio di volte la città e studiato il tracciato ideale.

Un gruppo di investimento e di gestione è profondamente coinvolto nel portare una gara su strada di Formula Uno a Las Vegas, Nevada” ha scritto motorsport.com.

Tra i magnati che appoggiano il progetto c’è Guy Laliberté, co-fondatore del Cirque du Soleil, amico di Ecclestone e soprattutto titolare di un patrimonio che sfiora i due miliardi di dollari. Così afferma Forbes che sottolinea i motivi che spingerebbero Laliberté a spingere per far tornare la F. 1 in Nevada.

Las_Vegas_Strip

L’uomo d’affari sembrerebbe non avere bisogno di ulteriore pubblicità. Ha otto show in programma annualmente a Las Vegas e ogni sera fa il tutto esaurito con novemila spettatori. Ma il Gran Premio conferirebbe una visibilità planetaria al suo spettacolo, già famoso nel mondo ma bisognoso di un ulteriore promozione sul piano dell’immagine. Inoltre Laliberté è un appassionato di auto e un tifoso scatenato della Ferrari. Tutti buoni motivi per diventare sostenitore e patrocinatore dell’idea.

Come sempre, ci si chiede quali possano essere i vantaggi e gli svantaggi di avere per una settimana il Circo della Formula 1 in città.

Il lato negativo sarebbe rappresentato dalla difficoltà di muoversi in quei giorni lungo la Strip. I proprietari dei Casinò temono una riduzione di scommettitori nei loro alberghi con relativo calo degli incassi. Las Vegas ha 39 milioni di visitatori l’anno e le 150.000 stanze d’hotel hanno una percentuale di occupazione attorno all’85%. Non ci sarebbe dunque bisogno del Gran Premio per alimentare un turismo che poggia già su numeri importanti.

Gli estimatori del progetto hanno portato a sostegno della loro tesi alcuni dati, citando fra l’altro come esempio positivo Londra che ha ospitato i Giochi Olimpici del 2012 ricavandone notevoli benefici economici e di immagine.

Austin da quando ha ospitato la F. 1 ha fatto salire il livello medio del costo di una stanza d’albergo fino a 1.125 dollari per notte nei quattro giorni del GP. Questo, oltre ad ogni altra attività commerciale connessa al fenomeno, ha portato a un giro di affari che supera i 500 milioni di dollari a gara. Non male per qualsiasi città.

1

In aggiunta c’è la visibilità mondiale che se ne ricava. La F. 1 è vista da 450 milioni di telespettatori. Negli Stati Uniti, la NBC Sports ha aumentato da 1,7 milioni a 11,4 gli spettatori nel solo 2013. E ha segnato un incremento del 93% nelle prime undici gare di quest’anno. L’audience è ancora del 5% inferiore rispetto alle gare del circuito Indy Car, ma il gap si riduce sempre di più.

Il calendario del 2015 è già stato ufficializzato, con l’ingresso del Messico (1 novembre) la Formula 1 si muoverà su venti tappe. Nel 2016 entrerà Baku, in Azerbajian. Quando sarà la volta di Las Vegas si toccherà il record di 22 Gran Premi.

Bernie Ecclesone a 83 anni continua a inseguire nuovi progetti.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s