Kostner, Cagnotto e l’amore fuorilegge

CDS23

IL CORRIERE dello Sport e Tania Cagnotto dicono che mentire per amore non è reato.

Il procuratore capo di Bolzano dice che lo sport è omertoso.

Io sto con lui.

L’amore è un sentimento meraviglioso. Per amore si possono perdonare sbagli, errori. Si possono accettare situazioni inaccettabili. Tutto è concesso sino a quando si resta nel privato di un rapporto a due.

E neppure sempre. Come ad esempio, calma: non ha alcuna attinenza con il caso, quando si tratta di violenza domestica.

Ma niente è concesso quando le azioni di uno vanno a danno di altri. A quel punto il cerchio si deve aprire. Altrimenti si è complici di un reato.

È una regola fondamentale, semplice e ancora in vigore nella legge italiana.

La mia libertà finisce dove comincia la vostra.”

Cito Martin Luther King.

Quella di Schwazer finiva molto prima, nello stesso momento in cui sceglieva di doparsi truccando così il gioco e danneggiando quelli che gareggiavano con lui.

È stato commesso un reato e chiunque ne fosse stato a conoscenza aveva il dovere di denunciarlo. Carolina Kostner è arrivata addirittura a coprirlo.

Non condivido la gogna mediatica in cui è finita, posso arrivare a capire la debolezza che ha generato il silenzio. Ma resta il fatto che anche lei ha sbagliato e come colpevole va punita.

La libertà di andare oltre le regole non può concederla neppure l’amore.

Non c’è una lista di episodi in cui si può trasgredire la legge, non ci sono esenzioni.

Chiaramente a ogni livello di reato corrisponde una pena adeguata.

Non si punisce allo stesso modo chi ruba tre mele e chi fa sparire milioni.

E attenti alla parola libertà.

Un aforisma di Bismark recita: “Non c’è vocabolo di cui non si sia oggi fatto così largo abuso come di questa parola: libertà. Non mi fido di questo vocabolo, per la ragione che nessuno vuole la libertà per tutti, ciascuno la vuole per sé”.

Non scherziamo.

Mentire per amore è reato.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s