Tyson e Facebook

Immagine

Mike Tyson ha avuto dipendenza da sesso, droga e alcool. Ha odiato le donne e non riusciva a controllare la rabbia. Generava figli a raffica, ma non sapeva relazionarsi con loro. Ha avuto mille occasioni e le ha buttate via tutte. Ha commesso numerosi crimini, è stato condannato per stupro. Ha violato la legge da bambino, da giovanotto e da uomo. Ha strappato via con un morso un pezzo dell’orecchio di un avversario durante un campionato del mondo di pugilato. Ha distrutto il suo fisico e attentato all’incolumità di chi gli stava vicino.

L’ha scritto lui in un’autobiografia che si intitola “True”, verità, ma che a volte mi ha fatto venire il dubbio fosse una verità gonfiata per stupire. Per vendere qualche copia in più. Ho letto il libro ed ho scoperto alcune storie che non mi tornano. Come quando racconta di avere rotto le costole, spaccato la cavità orbitale e fratturato la mandibola a Frank Warren alla vigilia del match contro Lou Savarese. Ero a Glasgow e nella conferenza stampa post incontro l’organizzatore sedeva al suo posto. Il cerone copriva qualche livido, ma Warren non sembrava quel relitto umano che avrebbe dovuto essere dopo il pestaggio raccontato da Iron Mike nelle sue memorie.

Tyson è tutto questo, ma se qualcuno prova a ricordarlo su un social network viene travolto, nel migliore dei casi, da ammonimenti. Nel peggiore da una raffica di insulti.

Giornalisti di merda parlate di cose che non conoscete

Piace a 1.329 persone

Non giudicare chi non conosci!

Piace a 3.739 persone

Parlate così perché odiate il pugilato!!!

Piace a 1.398 persone

Quelli come te devono morire!!!!!

Piace a 6.456 persone

Impossibile cercare di ragionare. Di solito scrivo di cose che conosco e in questo caso ho solo esposto fatti da lui stesso raccontanti. Se c’è uno che ha fatto del male alla boxe è stato proprio Tyson. Con il comportamento e le parole fuori dal ring ha rafforzato il concetto del pugile immondizia, quello che non conosce le regole. Uno che usa le donne senza riuscire ad amarne neppure una. Fa sesso con loro come se fossero giocattoli, per questo preferisce le orge. Ci sono più balocchi.

Tira coca e beve superalcolici come io mangio fettuccine. Credetemi, in quantità  del tutto rispettabile. E di qualità migliore.

Sul fatto che io debba morire sono d’accordo. Tutti prima o poi dobbiamo farlo, è una delle poche certezze della vita. Ma per quanto mi riguarda preferisco accada poi, piuttosto che prima. Mi dispiace deludervi.

Facebook mi fa paura. La violenza del web mi spaventa. Nascosti dietro soprannomi e finte immagini vengono sparate sentenze definitive. Chiunque osi avere un’opinione diversa, è trattato come un nemico.

Un esempio?

Credo che Mike Tyson non meriti un posto nella storia tra i primi dieci del mondo. Non parlo di una classifica pound for pound, cioè con il coinvolgimento di tutte le categorie di peso. No, parlo proprio dei massimi.

Sono convinto che davanti a lui ci siano Joe Louis, Rocky Marciano, Muhammad Ali, Jack Johnson, Jack Dempsey, Gene Tunney, George Foreman, Joe Frazier, Sonny Liston e Larry Holmes. Posso sbagliarmi, ma non per questo merito di essere messo davanti a un plotone di esecuzione.

Sei un demente, non capisci niente di boxe!

Piace a 3.279 persone

Ma come fai a dire che è un pugile scarso? Idiota!

Piace a 3.456 persone

Dovrebbero impedirti di continuare a scrivere di uno sport che non conosci

Piace a 1.456 persone

Ecco un altro concetto che il web ha lanciato.

Non è necessario leggere quello che si contesta, non è necessario capire il significato della frase incriminata. L’importante è continuare a portare avanti, urlando, la propria idea. Magari accompagnandola con insulti a tutti i nemici che si permettono di averne una diversa. E’ una filosofia che ha fatto presa anche in politica. La ripetizione all’infinito di una bugia diventa realtà.

Non ci sto. Non ho mai detto che Tyson sia stato un pugile scarso, anzi. Sono convinto che abbia avuto più abilità tecnica di quanta gli sia stata riconosciuta dagli osservatori.

Era bravo sia in attacco che in difesa. Sapeva avanzare oscillando sul tronco, evitando così di offrire un riferimento preciso a chi avrebbe voluto sbarrargli la strada. Sapeva scaricare con velocità e precisione, quindi con potenza, una volta accorciata la distanza. Era un combattente esplosivo, capace di risolvere la questione con un solo colpo. Un pugile che i tifosi amavano, uno sportivo dalla popolarità universale.

Era bravo, ma non rientra (secondo me) nella Top Ten.

Questo ho detto e scritto più volte, ma cosa volete interessi a chi si illude di trovare una visibilità mai avuta attraverso una serie di insulti via Internet?

Quando collaboravo con Stream (la televisione che fondendosi con Tele+ ha dato vita a Sky) sono stato duramente contestato per la telecronaca del mondiale leggeri Grigorian-Zoff. L’italiano aveva vinto le prime riprese, poi aveva concesso al campione gli altri round ed il match. Questo avevo detto in diretta prima che i tre giudici ufficializzassero il verdetto. Avevano tutti il mio stesso cartellino.

Sui Forum di boxe si era però appena aperta la caccia all’uomo. E la vittima designata era l’eretico, cioè chi non la pensava come loro.

Dovrebbero licenziare uno che fa telecronache da demente!”

Ma se non capisci una minchia, chi ti dà il diritto di parlare in tv?

Solo tu e i tre giudici avete visto quello vincere, il resto del mondo no.”

Poi, era entrato timidamente nella discussione un altro utente che aveva obiettato.

A dire la verità anche io ho visto vincere Grigorian, mi trovo d’accordo con Torromeo.”

Era stato stoppato da una risposta che non dimenticherò mai.

Non dire stronzate. Lui ha torto. E poi cosa vuoi che mi interessi come è andato il match, non l’ho mica visto.”

Ecco questo è un altro argomento che avrebbe bisogno di una lunga analisi (a dire la verità ne avrebbe bisogno non solo l’argomento, ma anche l’estensore del concetto). Non conta più l’oggetto della disputa, non importa neppure che sia reale. L’elemento più importante è riaffermare la propria convinzione, anche a costo di prescindere dai fatti.

L’esaltazione della propia individualità. E’ questa la molla che ha reso Facebook vincente e pericoloso., facendolo diventare spesso un’inquietante esaltazione del nulla.

Ciao a tutti.

Piace a 14.357 persone

Ehiiiiiiiiii!!!!!!!!!!

Piace a 137.912 persone

Va alla grande anche il messaggio in codice, meglio se senza alcun significato.

Se non lo cerchi, non lo mangi

Piace a 198.777 persone

I limiti della sedia sono nel formaggio

Piace a 1.998.756 persone

Ma il terrore si è impossessato di me quando ho letto un post e una reazione allo stesso che scadeva nel surreale, nel tragicomico, nella follia totale.

Ho un tumore

Piace a 1.209.876 persone

Prima di chiudere, torno all’argomento di partenza. Mike Tyson e (credo) soprattutto il giornalista Larry Sloman hanno raccontato la boxe attraverso la peggiore rappresentazione possibile.

Hanno detto al mondo: ecco chi è un pugile. E’ uno che non rispetta le regole, morde l’orecchio a un rivale e fa la pipì attraverso un pene di gomma al controllo antidoping. E’ uno che si droga sino a pochi istanti prima di salire sul ring. Uno che sta più attento ad avere le giuste dosi di cocaina che il giusto rapporto con il genere umano. Un autentico disastro. Se a qualcuno piace questo libro è un problema suo. Io ne sono stato disgustato.

Scriveva Francis Scott Fitzgerald: “Show me a hero and I’ll write you a tragedy“, mostratemi un eroe e scriverò una tragedia.

Mike Tyson sul ring è stato a lungo un eroe. E con la tragedia ha sempre viaggiato a braccetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...