Dilettanti: arbitri, giudici, osservatori e supervisori. Il caos è dietro l’angolo

L’International Boxing Association ha appena partorito una nuova, rivoluzionaria idea per limitare gli errori arbitrali. Penso si sia accorta che, a forza di limare, si sia ritrovata sul campo troppa gente inesperta. E allora, anziché recuperare il buono che c’era tra quelli che ha forzatamente tenuto a riposo per sei anni, ha scelto di aumentare il numero dei controllori. Ha inserito osservatori e supervisori con pieni poteri. Anche quello di smentire quanto stabilito dalla giuria. Non si è pensato di migliorare la qualità degli ufficiali di gara impiegati, più semplice dare vita a un nuovo modello di Revisione del Match. Resto in attesa. Chissà che, in un prossimo futuro, non sia chiamata a giudicare gli incontri una giuria, supervisionata da una super giuria, che a sua volta sarà giudicata da una giuria extra.
Per spiegare quello che accadrà, quasi sicuramente fin dai prossimi Mondiali Youth (13-25 novembre ad Alicante, Spagna), uso un esempio.
Tizio affronta Caio. I giudici a bordo ring esprimono un verdetto di 3-2 per Tizio.
Vicino al ring ci sono un osservatore e una supervisore. Davanti a un verdetto di misura, renderanno pubblici i loro cartellini. Se entrambi saranno per Caio, sarà lui a essere dichiarato vincitore del match per 4-3 (indicato da due giudici, a cui vanno a sommarsi i due verdetti di osservatore e supervisore). Ma non finisci qui. Se osservatore e supervisore avranno visto nel comportamento dell’arbitro qualcosa che (a loro insindacabile giudizio) abbia violato le Regole Tecniche e di Gara influendo sul risultato complessivo dell’incontro, potranno a fine match cambiare il verdetto.
Ha ancora senso fare arbitrare e giudicare un torneo da persone che possono essere sbugiardate appena concluso il combattimento? La boxe è anche uno sport di giudizi soggettivi, quindi opinabili. La scelta non sembra la soluzione migliore.
E se, andando avanti con questo criterio, mettessimo altri tre Osservatori a compilare i loro cartellini che andrebbero così a sommarsi a quelli dei cinque giudici e del duo Osservatore/Supervisore? E se dopo fossero resi operativi altri quattro supervisori per giudicare i cinque giudici, il duo Osservatore/Supervisore e i tre Osservatori?
Si potrebbe continuare all’infinito. Per tagliare il cordone e separare buono e cattivo, basterebbe accertarsi delle capacità dei giudici, sceglierli senza condizionamenti, affidarli a dei referenti di riconosciuta onestà e andare avanti. L’ho appena scritto e so già di avere messo in piedi un’utopia (formulazione di un assetto politico, sociale, religioso che non trova riscontro nella realtà, ma che viene proposto come ideale e come modello. Cit. Treccani), quindi la smetto qui.
In attesa di nuovi colpi di scena, restate in contatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...