Il presidente dell’IBA dice sì a nuove elezioni, il Board decide il 24

Sul sito ufficiale dell’IBA (International Boxing Association) è apparso oggi un comunicato di Umar Kremlev (foto), presidente dell’associazione pugilistica mondiale.
A seguito della decisione del TAS (Tribunale Arbitrale dello Sport), il Consiglio di amministrazione dell’IBA si riunirà il 24 giugno a Losanna per discutere i prossimi passi. Ho scritto al Consiglio di Amministrazione, raccomandando che si tengano nuove elezioni. Sono grato per la fiducia dimostratami dalle Federazioni membre dell’IBA sia alle elezioni del 2020 che in quelle di quest’anno. Se il TAS ha dichiarato che il mio avversario avrebbe dovuto essere idoneo a candidarsi alle elezioni, allora facciamo una nuova elezione. Questa è, tuttavia, una decisione che spetta al Consiglio di amministrazione dell’IBA”.
Ieri il TAS aveva stabilito che il dirigente olandese Boris van der Vorst avrebbe dovuto essere dichiarato idoneo a candidarsi nelle elezioni per la presidenza dell’IBA che si sono svolte il 14 maggio scorso a Istanbul. Oltre a Van der Vorst sono stati esclusi da quelle elezioni anche tre candidati al Board: Mike McAtee (direttore esecutivo di Usa Boxing), Steve Hartley (presidente della Federazioni neozelandese) e Per-Axel Sjöholm (presidente della Federazione svedese). Il tutto a 24 ore dall’inizio del Congresso in cui ci sarebbero state le votazioni per il presidente e il Comitato Direttivo.
I quattro si sono dichiarati soddisfatti di questa prima risposta dell’IBA, ma hanno precisato che è solo un passo iniziale. Le nuove elezioni sono l’obiettivo finale.
Il russo Umar Kremlev è stato eletto il 12 dicembre 2020, rieletto il 14 maggio scorso.
Lo sponsor principale dell’IBA è la GAZPROM, compagnia mondiale con sede a Mosca. L’azienda gestisce produzione, stoccaggio, lavorazione e vendita del gas nel mondo. La società è russa al 50%, di proprietà del governo di Vladimir Putin, al 17% della Banca New York Mellon, al 33% di altre organizzazioni con quote minori.
L’IBA è stata estromessa dall’organizzazione delle Olimpiade da maggio 2019, il suo posto è stato preso da una Task Force del Comitato Olimpico Internazionale presieduta da Morinari Watanabe che ha gestito i Giochi di Tokyo 2020. Nei primi mesi del prossimo anno il CIO comunicherà le sue decisioni finali sull’IBA per Parigi 2024.
La boxe al momento è fuori dal programma olimpico di Los Angeles 2028 e le possibilità che venga riammessa non sono molte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...