Commey, una boxe moderna e ampi margini di miglioramento

Alfred Commey rappresenta una novità nel panorama pugilistico italiano.
È uno dei pochi pugili che boxa quasi sempre a corta distanza e che, una volta agganciato il rivale, riesce a scaricare i colpi con ottima tecnica. È un compito delicato il suo, deve sempre marciare a ritmi alti, non concedersi pause, avere un’impeccabile costanza di rendimento.
Ogni piccolo errore non gli viene perdonato, paga pegno lasciando spazio e tempo all’avversario per piazzare i suoi colpi. Come è accaduto nel secondo round della finale.
È un pugile moderno nella concezione tattica del match. Ha evidenti margini di miglioramento che potrà sviluppare con l’esperienza che un ragazzo di vent’anni non può avere. Tenuta della concentrazione per l’intera fase del torneo, più pazienza nella costruzione della fase di attacco, scelta ideale dei tempi di offesa e della distanza nel portarla, migliore uso delle serie.
Ha fatto un ottimo europeo, ha confermato le cose buone che aveva fatto già vedere tra gli Under 22. Credo che in prospettiva, sia quello che nell’intera squadra italiana abbia maggiori possibilità di adattarsi in fretta al professionismo.
Il primo obiettivo resta la qualificazione per l’Olimpiade di Parigi 2024.
Da lì comincerà il nuovo cammino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...