Domani a Diriyah c’è Whyte vs Wach, match davvero imbarazzante

Imbarazzante. Difficile definire in modo diverso il match tra Dillian Whyte (a sinistra nella foto) e Mariusz Wach (2.02 contro 1.92 del rivale) di domani nel sottoclou di Ruiz jr vs Joshua alla Diriyah Arena di Diriyah, Arabia Saudita.
Whyte (28-1-0, 18 ko) è fermo dal 27 luglio scorso. Quella sera va knock down nel corso della nona ripresa, ma vince con largo margine la sfida contro Oscar Rivas (26-0) per il titolo ad interim del WBC.
Solo dopo il match l’UKAD (l’agenzia antidoping britannica) comunica che il peso massimo di origini giamaicane è stato trovato positivo tre giorni prima, per steroidi anabolizzanti. In un’udienza privata, a cui hanno partecipato la stessa UKAD, i legali del pugile e la BBBC (la federazione britannica), è stato deciso di dargli il permesso per combattere. Nè il clan di Ortiz, nè lo stesso pugile, ma neanche il WBC erano stati informati del fatto.
Ancora oggi non si hanno notizie sul risultato delle analisi della seconda provetta sottoposta al test.
Il WBC non ha riconosciuto Whyte come campione ad interim e si è riservato qualsiasi decisione al termine di un’inchiesta che è ancora in corso.
In questi giorni, il World Boxing Council ha annunciato che se il pugile risulterà non positivo lo reintegrerà nel ruolo di numero 1 e ordinerà una difesa ufficiale contro il campione in carica, al momento è Deontay Wilder, per febbraio 2021.
Lo scorso aprile la Matchroom di Eddie Hern gli aveva offerto (lo confermano due video della BBC-TV) quattro milioni di sterline (oltre 4,5 milioni di euro) per affrontare Anthony Joshua. Lui aveva risposto così: “Se vogliono un incontro serio, devono fare un’offerta seria. Quello che le persone devono capire è che cosa sia una grossa fetta di denaro per loro e cosa sia una grossa fetta di denaro per me. Sono due situazioni diverse. Non sto facendo l’arrogante, ma cosa rappresentano quattro milioni di sterline? Sono uno dei migliori pesi massimi del mondo, davvero. Non puoi offrirne 15 a Tyson Fury e pensare che io possa accettarne quattro. Volevano pagarmi con una cifra che per me è spazzatura”.
Era risultato positivo al test antidoping anche nel 2012, in quell’occasione la BBBC lo ha squalificato per due anni.
Imbarazzante anche la scelta dell’avversario.
Domani affronterà Mariusz Wach (35-5-0, 19 ko). Non figura tra i primi 40 del WBC. Compirà 40 anni il 14 di questo mese, è promoter di se stesso. Ma soprattutto ha perso 3 degli ultimi 5 match, due dei quali per ko. Le uniche vittorie le ha ottenute per kot 2 contro Gogita Gorgiladze (6-30-0), trenta sconfitte negli ultimi trentatré incontri! E per ko 1 contro Giorgi Tamazashvili (2-5-0), cinque sconfitte negli ultimi sei combattimenti.
I bookmaker quotano: Whyte 1/25, Wach 9/1.
Il combattimento dovrebbe iniziare attorno alle 20:00 ora italiana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...