Ruiz: Non combatto in Arabia Saudita. Hearn: Lo porto in tribunale

Andy Ruiz jr ha ufficialmente aperto la campagna contro Eddie Hearn.
Per la prima volta, dopo l’annuncio di Matchroom che fissava per il 7 dicembre A Diriyah (Arabia Saudita) la rivincita contro Anthony Joshua, il nuovo campione del mondo dei massimi ha espresso la sua opinione sull’evento.

L’ha fatto attraverso il canale Instagram.
“So che tutti parlano del match e tutto il resto, presto avremo notizie vere. L’incontro avverrà molto presto. La rivincita ci sarà. Sto cercando di dare speranze, motivazioni a tutta la mia gente. Il mondiale però si farà alle mie condizioni, alle nostre condizioni. Lo disputeremo qui, negli Stati Uniti. Come ho già detto, non avrei alcuna protezione laggiù in Arabia Saudita”.

Violenta la risposta di Eddie Hearn attraverso Sky Sports.
“Esiste un solo contratto firmato da entrambe le parti. Noi ci eravamo impegnati a comunicare data e sede del match. Lo abbiamo fatto. Su questo non può esistere alcuna discussione. Non riesco a capire dove sia il problema. Ruiz vuole restare coinvolto in una battaglia legale che lo terrà lontano dalla boxe per molti anni o vuole guadagnare milioni di dollari per affrontare un avversario che ha già battuto? Se continuerà in questo atteggiamento potrebbe anche perdere il titolo”.
Andy Ruiz (33-1-0, 22 ko) ha sconfitto Anthony Joshua (22-1-0, 21 ko) l’1 giugno al Madison Square Garden di New York per kot 7.
Ruiz jr è stato chiamato in sostituzione di Jarrell Miller a cinque settimane dal match. Alla vigilia della sfida ha firmato un accordo che gli garantiva 6 milioni di dollari per il primo incontro e 9 per la eventuale rivincita, se fosse riuscito a battere il campione.
La battaglia è appena cominciata.

Resta ancora in piedi l’incertezza sulla televisione che dovrebbe trasmettere il titolo (sempre che si faccia).
DAZN avrebbe preferito, per problemi di orario, che il mondiale Wba/Wbo/Ibf/Ibo si fosse svolto negli Stati Uniti.
L’Arabia Saudita ha un fuso di sette ore in avanti rispetto a quello degli States. Un match in programma alle 22:00 del 7 dicembre a Diriyah, andrebbe in onda alle 15:00 dello stesso giorno a New York, addirittura alle 12:00 di Los Angeles. Una collocazione disastrosa nel palinsesto.

La International Boxing Federation ha intanto annunciato che il vincitore di Ruiz jr vs Joshua II dovrà difendere il titolo entro il 31 maggio 2020 contro lo sfidante ufficiale Kubret Pulev (27-1-0, 14 ko).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...