Burnett vs Haskins, l’Ibf cambia il risultato ma…

L’Ibf ha impiegato tre giorni per partorire una ridicola dichiarazione ufficiale in merito al mondiale gallo di sabato a Belfast.
In pratica, ha cambiato il risultato che ora diventa vittoria per decisione unanime di Ryan Burnett su Lee Haskins, giustificando la decisione con l’errore pacchiano del giudice Clark Sammartino. Ma si ferma qui.

Inaccettabile.

Questo il testo.

Sabato 10 giugno 2017 al termine dell’incontro valido per il titolo dei gallo Ibf tra Lee Haskins e Ryan Burnett, tenutosi presso l’Odyssey Arena di Belfast, a causa di un errore nella compilazione dei cartellini è stato emesso un risultato di vittoria per split decision a favore di Ryan Burnett. Il punteggio dopo ogni round è stato assegnato al pugile sbagliato. Il verdetto corretto avrebbe dovuto essere: vittoria di Burnett con decisione unanime. Un errore di questa natura e a questi livelli non dovrebbe mai accadere.
Il giudice Clark Sammartino è stato membro dell’Ibf per molti anni, è stato un giudice valido e affidabile. Ha una buona carriera e ha lavorato a livello mondiale. L’Ibf rimane concentrato nell’affidare per i propri match il ruolo di giudici a funzionari qualificati e affidabili, ed è pienamente intenzionata a fare sì che una situazione come questa non debba più ripetersi in futuro.

Che vuol dire: il punteggio dopo ogni round è stato assegnato al pugile sbagliato? L’Ibf, se fosse stato un ente serio, avrebbe dovuto dire anche come questo sia potuto accadere.

E poi, l’ottantenne Clark Sammartino avrà pure uno specchiato passato, ma controllando molti dei verdetti contrastanti in cui è stato coinvolto come giudice si scopre che quasi sempre il suo cartellino non era in sintonia con gli altri due…

Detto questo, vorrei fare una riflessione. Se tu chiedi a un fotografo quale dei due è il campione del mondo, capisci male la risposta, prendi l’uno per l’altro nonostante avessero sui pantaloncini il loro nome scritto tutto in maiuscolo e alto quindici centimetri, non ascolti la presentanzione del ring announcer e non conosci i pugili a questo livello io credo che come minimo meriteresti una sospensione. Se non la messa a riposo a tempo indeterminato.

L’Ibf non ha fatto nulla di tutto questo, ha solo stilato un comunicato anòdino. È nello stile dell’Ente mondiale. Bassissimo profilo e andare avanti annunciando che è: pienamente intenzionata a fare sì che una situazione come questa non debba più ripetersi in futuro.

Ma guarda un po’…

Ci ha pensato Ryan Burnett a restituirmi il sorriso. Ha postato sul profiloTwitter una foto in cui appare in tutta la sua somiglianza con Harry Potter. Fino a quando non è diventato campione del mondo non aveva un soprannome che fosse di suo gradimento, ora ha deciso: Ryan “il mago” Burnett. Mi piace.

Advertisements