Anche per Joshua vs Klitschko si ripete lo scandalo dei biglietti

È già accaduto molte volte, la più eclatante in occasione di Mayweather jr vs Pacquiao nel maggio 2015 a Las Vegas. Biglietti esauriti presso gli organismi ufficiali e poi rivenduti a prezzi folli sul web.
Si chiama secondary ticketing, detto in termini meno eleganti: riciclo a interessi pazzeschi.
Un match che coinvolge interessi incredibili come l’imminente Anthony Joshua vs Wladimir Klitschko, in cartellone il 29 di questo mese allo stadio di Wembley a Londra, non poteva non essere coinvolto nell’odioso giochino.


I biglietti sono stati messi in vendita a dicembre in due distinte sessioni: i primi cinquantamila sono andati esauriti in cinquantacinque minuti, altri trentamila sono stati venduti in venticinque minuti. Tutto esaurito dunque, nessun biglietto a disposizione. Lo dice chi gestisce il Wembley Stadium, lo dice sul suo sito ufficiale la Matchroom che organizza l’evento (foto sopra).
Eppure se cercate online qualcosa troverete.


I posti più economici a 53 euro sono messi in vendita a 160.
I più cari che inzialmente costavano 405 euro, oggi per averli ne dovreste sborsare circa 10.100 (foto sopra).
Ma esistono anche posti (ne sono rimasti solo due a disposizione) che valgono 46.821 euro. Per averli online occorrono credenziali speciali.
Ho fatto un giro dentro uno di questi siti. Tempo di attesa per vedere la mappa dei posti circa un minuto, in fila con me c’erano altre duemila persone. Una scritta lampeggiante annunciava che erano rimasti in vendita solo il 3% dei biglietti, in altre parole visto che alla fine dovrebbero entrare 90.000 spettatori, stavamo contendendoci gli ultimi 2.700 posti.
Eppure ci sono dei filtri, delle regole, delle leggi che dovrebbero impedire questo fenomeno. Ma ci sono anche software venduti online a 950 euro che permettono di scavalcare ogni barriera, entrare in tempi brevissimi nel sito del venditore ufficiale e comprare il numero di biglietti che si vuole. Visto il notevole giro di affari, sembra siano all’opera anche abilissimi hacker che riescono a creare fino a settanta identità diverse con cui entrare contemporaneamente in rete al momento della messa in vendita.


L’incasso al botteghino dell’evento era inizialmente stimato in 9,5 milioni di euro
Sarebbe interessante sapere quale sarà davvero a fine giochi il movimento di denaro.
Di certo a guadagnarci saranno anche quei signori che offrono quella che per molti è l’unica possibilità di acquisto: comprare l’all inclusive. Ovvero viaggio, albergo e biglietto. Non si risparmia, ma almeno si è sicuri di vedere il match.
Io lo guarderò sicuramente. In diretta su FoxSports.

“Anche i pugili piangono. Sandro Mazzinghi un uomo senza paura, nato per combattere” di Dario Torromeo (edizioni Absolutely Free, 224 pagine, 15 euro). Nelle migliori librerie e sui principali store online (anche in versione ebook).

Advertisements