Katie Taylor chiede riprese da tre minuti anche per le donne…

Katie Taylor prosegue la sua battaglia per dare al pugilato femminile le stesse possibilità di quello maschile, vuole che gli scenari siano identici.

Si è battuta per l’ingresso delle donne alle Olimpiadi ed ha vinto. Londra 2012 ha ospitato i primi Giochi in cui entrambi i sessi si sono sfidati su un ring. E Katie ha vinto l’oro, dopo aver conquistato cinque titoli mondiali.

Ora è diventata professionista. Ha disputato quattro match e li ha vinti tutti, due prima del limite. Ma le sembra che la durata delle riprese limiti la possibilità di esprimersi, penalizzi chi ha maggiore talento o superiore potenza.

Porta ad esempio l’ultima sfida contro Milena Kaleva sul ring di Manchester. Ha messo due volte al tappeto la bulgara, ma non è riuscita chiudere prima del limite.

Due minuti è un lasso di tempo troppo breve. Dobbiamo estendere i nostri match a tre minuti, come accade tra gli uomini. Se la regola fosse già stata in vigore, avrei vinto per ko anziché finire ai punti“.

Il British Boxing Board of Control, per bocca del segretario Robert Smith, ha detto che la proposta è stata presa in considerazione ed entro la fine dell’anno potrebbe anche diventare la regola.

Il dirigente inglese dovrà però vedersela con il regolamento internazionale.

L’European Boxing Union, le nazioni che praticano pugilato femminile, il World Boxing Council hanno tutti riprese da due minuti. Non può essere una sola nazione a cambiare. A meno che non riesca a convincere le altre e a trasformare il regolamento internazionale.

Katie Taylor spera di combattere nella sua Dublino. A fine anno, con un titolo mondiale in palio.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s