Paulo Dybala: “Non bisogna lamentarsi degli arbitri”. Eppure, proprio lui…

Per evitare equivoci, nel caso non fosse chiaro, preciso che qui non si discute se il rigore decretato dopo il 94′ di gioco contro il Milan ci fosse o no. Non si parla di decisioni arbitrali, nè di presunti o reali favori fatti alla Juventus. Qui non se ne fa proprio cenno. In questo articolo si riportano semplicemente quattro dichiarazioni fatte da un calciatore juventino in quattro differenti occasioni. Tutto qui. Ognuno è libero di interpretarle a proprio piacimento.

Paulo Dybala ieri, 10 marzo 2017, in un’intervista a Sky Sport al termine di Junventus vs Milan 2-1.

Bisogna essere più onesti, quando il rigore c’è si fischia e basta. Da sei anni il Milan si lamenta contro la Juventus. Secondo me devono usare altri metodi, non lamentarsi sempre con l’arbitro“.

Paulo Dybala il 15 aprile 2016 in un’intervista al Corriere della Sera.
Alla domanda “Il gol di mano di Maradona agli inglesi lo rifarebbe, anche se fu scorretto?” risponde così.
Non so se chiamarlo scorretto. Allora anche il rigore per la Germania nella finale di Italia 90 non dovevano fischiarlo. Il calcio è così: se uno si butta e l’arbitro fischia è merito del giocatore. Maradona è stato più furbo dei 50 mila che erano allo stadio”.

Paulo Dybala il 26 giugno 2016 su Twitter dopo l’espuslsione di Marco Rojos in una partita della nazionale argentina diretta dal brasiliano Herbert Lopes. Sotto il tweet (Como arruinaste el partido pelado) e l’arbitro.

Paulo Dybala l’1 settembre 2016 in un’intervista a Olè TV a commento della sua espulsione in occasione della partita giocata dall’Argentina contro l’Uruguay nelle qualificazione per Russia 2018.
E’ stato triste per me, Leo Messi mi ha immediatamente confortato per quanto accaduto e mi ha detto che anche a lui capitò la stessa cosa ai tempi del suo esordio. Tutti i compagni sono stati gentili con me manifestandomi affetto e vicinanza, io però non ho saputo trattenere le lacrime. Devo dire in tutta onestà che non penso di aver meritato le due ammonizioni che mi sono costate il rosso. A volte chi gioca nel mio ruolo non viene adeguatamente tutelato e subisce dei falli molto brutti senza che il direttore di gara prenda i giusti provvedimenti. Ed io invece vengo mandato subito fuori dal campo, inoltre la mia prima ammonizione era del tutto inesistente”.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s