Storia di Guido Mazzinghi, guida di Sandro: Per evitare che commettesse i miei errori

guido(da boxeringweb.net, direttore Flavio Dell’Amore)

Molti lo hanno dimenticato, altri non sanno che Guido Mazzinghi negli anni CInquanta non fu solo il “fratello del celebrato campione del mondo” ma un pugile di assoluta qualità.
Guido Mazzinghi era nato il 4 maggio del 1932 a Pontedera.
I suoi successi parlano da soli.
Azzurro a Helsinki nei Giochi del 1952, Campione italiano dilettanti dei superwelter nel 1953 a Bologna, campione nazionale tra i professionisti nei medi tra il 1956 e il 1958.
Dotato fisicamente, in possesso di colpi pesanti e di una buona tecnica sarebbe arrivato lontano se la sua vita, fuori dal ring, fosse stata consona a quella di un atleta.
Dopo l’esperienza olimpionica a Helsinki e la conquista del tricolore nei welter pesanti (l’esatta definizione dei  69 kg in quel periodo) effettuava il grande salto tra i professionisti a ventidue anni nel 1954.
Uno sfolgorante inizio di carriera lo portava in meno di un biennio, con ventiquattro combattimenti vinti, al confronto per il titolo con Bruno Tripodi.
Il pubblico milanese assistette a un drammatico match. La maggior freschezza e lo scatto superiore del toscano ebbero partita vinta sul coraggio e la voglia di mantenere la corona esibita dal pugile di Vallecrosia che si arrese solo nell’ultima ripresa dopo aver provato di tutto per vincere.
Nel secondo round Mazzinghi, colpito duramente, aveva deciso di cambiare tattica mantenendo la distanza. Da quel momento si era limitato con potenti colpi doppiati a cercare la sistematica demolizione dell’avversario che, stremato, aveva ceduto a pochi secondi dalla fine.
Le vittorie su Claude Milazzo e Jean Ruellet lo proiettavano in alto nelle classifiche europee. Respingeva il velleitario attacco di Faverzani, squalificato per scorrettezze nel giro di tre riprese.

guidoc
La trasferta di Parigi contro Andrè Drille avrebbe dovuto costituire il definitivo lancio in Europa, ma inaspettatamente veniva duramente battuto. Dopo quella sfida decideva di ritirarsi, eppure era solo la prima battuta d’arresto dopo 33 vittorie. Fece altri due match, vincendoli entrambi e disse addio al pugilato.
Da quel momento si dedicò alla cura del  fratello minore che stava emergendo in modo  imperioso.
Guido gli fu sempre vicino.
Per evitare che commettesse gli errori che ho fatto io” era solito dire.
Sandro Mazzinghi gliene è stato sempre grato.

guido_e_sandro_mazzinghi(Da “Anche i pugili piangono, Sandro Mazzinghi un uomo senza paura nato per combattere” di Dario Torromeo, Absolutely Free, 224 pagine, 15 euro)
Dice Guido: “Sandro ora è tutto, cioè tutti noi Mazzinghi. E voglio dire me che ho sbagliato, mio padre, il nonno. Un ceppo duro a morire, ve lo assicuro. La sfortuna ci spezza le gambe, ma noi su, in piedi e a testa alta. Sfrontati? No, il fatto è che non abbiamo paura. O meglio: questa paura ce la cacciamo in gola, nelle viscere, ce la dimentichiamo. Eccoci qui. Noi altezzosi, anzi testardi, sicuri di piegare la malasorte”
1Ecco il record professionistico di Guido Mazzinghi.

               1954    
Milano 08-10 André Ponceblanc v.p. 4
Milano 10-11 Pierre   Binder v.p 6
Milano 15-12 Marcel Savey v.kot 1
           1955    
Firenze 10-02 Mohamed taibi v.p 6
Firenze 25-02 Bernard Vasseur v.p 8
Milano 16-03 Jean   Simon v.kot 4
Firenze 02-04 André Ponceblanc v.p 8
Milano 07-04 Emile   Zangl v.gs 2
Milano 16-04 Lucine Drapier v.kot 2
Pisa 05-05 Mohamed Salah v.sq 2
Pontedera 17-05 Mohamed   Taibi v.kot 5
Torino 25-05 Roger   Atlan v.p 8
Livorno 13-06 Ali   Amrane v.p 8
Roma 28-06 Claudio Buniva v.abb 3
Brescia 16-07 Armand Collebaut v.gs 5
Messina 18-08 Antonio   Lopez v.abb 1
Pontedera 02-09 Louis Mourros v.p 8
Bologna 15-09 Stanis   Pasek v.p 8
Milano 01-10 Georges Bracò v.ko 2
Milano 29-10 Costant Alcantara v.kot 6
Roma 09-11 Heinz Butterman v.ko 2
Roma 14-12 Aristide Dal Piaz v.im 8
Bologna 26-12 Gino   Rossi v.p 10
         
               1956    
Varese 25-03 Ramon M. Correa v.p 10
Milano 21-04 Bruno Tripodi v.kot 10
    (C.Italia pesi medi )    
Venezia 16-06 Serge Laveque v.gs 6
Roma 29-06 Claude Milazzo v.im 3
Firenze 18-07 Umberto Paccagnella v.kot 4
Milano 13-10 Marino Faverzani v.sq 3
    (C.Italia pesi medi)    
Milano 27-10 Manuel Martinhera v.ko 1
    1957    
Milano 02-02 Gabriel   Assaga v.kot 8
Milano 23-02 Jean Ruellet v.p 10
Bologna 07-05 Ahmed Boulgroune v.p 10
Parigi 23-06 André   Drille p.ko 10
Milano 16-10 Ildephonse Warusfel v.gs 2
Milano 30-11 Heinz Sattler v.gs 4

 

 

 

Totale incontri: 36 (35-1-0, 19 ko)

(Record a cura di Pietro Anselmi)

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s