Ali quasi oscurato dagli europei junior di Anapa. Parola di vice presidente vicario…

br

Numero 3-2016 di Boxe Ring, rivista ufficiale della Federazione Pugilistica Italiana.
Pagina 4, Editoriale di Walter Borghino: vice presidente vicario della Fpi.
Terza riga, seconda colonna, dopo aver parlato delle qualificazioni olimpiche: “...Questo tourbillon di emozioni e impegni, cui hanno fatto da ricco contorno gli europei junior di Anapa conclusisi ahimè con poche soddisfazioni, ha quasi relegato in secondo piano la scomparsa del “più grande”, del campione che ha saputo cambiare il mondo, una icona sociale, l’eroe imperfetto che, nel bene e nel male, ha saputo portare il pugilato oltre i suoi limiti. Grazie Ali per averci fatto sognare, sempre! Come sempre molto attivo e frizzante il movimento Pro…

Borghino, Borghino…
Le qualificazioni olimpiche e gli europei junior hanno quasi relegato in secondo piano la morte di Ali? Lei sta scherzando, vero? Ha un’ironia così pungente che la mia povera mente non riesce a comprendere? Muhammad Ali, il mito, l’uomo più conosciuto del Pianeta, messo in secondo piano dalle qualificazioni olimpiche e dagli europei junior?
E poi, chicca per gli intenditori, quel repentino cambio di argomento.
Aveva finito le parole a disposizione per il più popolare sportivo di tutti i tempi…
Borghino, Borghino…
Perché siamo costretti a leggere tutto questo su una rivista dalle gloriosi tradizioni come Boxe Ring? Perché la boxe deve umiliarsi da sola?
Qui non si tratta di esprimere un’opinione a favore o contro, di giudicare un match in un modo o nell’altro, di scegliere questa o quella politica federale. Qui si tratta di concepire, scrivere e pubblicare un’assurdità pugilistica. Sulla rivista ufficiale della Federazione e a firma del vice presidente vicario.
Il mondo non comincia e finisce a viale Tiziano.
Ora vado a rispondere alla posta che si è accumulata sulla scrivania. Migliaia di lettori chiedono lumi sugli europei junior di Anapa. Frega loro di Muhammad Ali…

Advertisements

One Comment Add yours

  1. Walter Borghino says:

    Egregio Torromeo,
    La ringrazio per la Sua come sempre astuta e pungente critica, alla quale non credo sia il caso di replicare con gli stessi toni, poiché non servirebbe. Noto però come anche questa volta, pur in un commento che poteva starci, Lei da buon e vero giornalista abbia artatamente stravolto il senso delle mie parole, che estrapolate dal tutto possono certo dare ai lettori meno attenti un senso che, invece, non hanno. Lo scopo dell’editoriale della nostra rivista, in genere, non è quello di esaltare, come in questo caso, figure mitiche e personaggi del nostro mondo che, ahimè, ci lasciano. C’è la notizia, lasciamo il resto agli articolo interni. Ma visto il fiume di parole e di articoli e di servizi e di commenti e di editoriali e di scritti e di servizi TV che hanno parlato, certo meglio di quanto potessi fare umilmente io, del grande Ali, ho pensato, nella libertà che mi è data dal mio ruolo di direttore, che il cenno fatto fosse sufficiente Non era e non voleva essere una monografia su Alì, che ripeto ben altre penne più educate della mia (la Sua ovviamente tra le primissime…) ha saputo, sa e saprà esaltare. Cosa avrei potuto aggiungere? Concludo esprimendoLe in ogni caso la mia delusione, il mio rammarico e il mio personale fastidio per la caduta di stile nei mie confronti, alle quali evidentemente non ha potuto resistere: quindi io umilierei la boxe con i miei scritti? Quindi io scriverei assurdità pugilistiche? Bene, prendo atto. Per ora. Spero solo che Lei da grande giornalista e scrittore abbia a questo punto il tempo per un confronto personale sereno e corretto con lo scrivente, sia per darmi la possibilità di uno scambio di opinioni finalmente chiarificatore, sia per potermi abbeverare alla sua inestinguibile fonte di immensa saggezza e sapere pugilistico, così da evitarmi in futuro altri “errori”. Critiche si, offese no. Per concludere, mi farebbe piacere sapere cosa ha risposto ai lettori che Le chiedevano degli europei di Anapa…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s