Nori: Presto una Web Tv per match e rubriche. Lega Pro Boxe fuori dalla Fpi? Non è detto…

marsili

Carlo Nori è il presidente della Lega Pro Boxe che gestisce l’attività professionistica in Italia dal 2010. Nell’estate del 2014 la Lega ha dato il via a una serie di lavori che porteranno alla nascita della Federazione Italia Pro Boxe l’1 gennaio 2017. Con Nori ho fatto un bilancio di questo primo anno di distacco quasi totale dalla Fpi.
Proviamo ad analizzare la situazione. Cominciamo dal punti di vista politico?
Ci sentiamo più forti. Non sono solo sensazioni, ma fatti. Nell’ultimo anno siamo passati da 155 a 300 pugili, con cento match organizzati. Abbiamo 400 tecnici affiliati, 7 organizzatori junior che rappresentano una categoria che finora non esisteva, 8 senior, nove procuratori. In altre parole più tecnici, più pugili, più promotori. L’atteggiamento contraddittorio dell’AIBA, sia per quanto riguarda le WSB che l’APB, non ci ha danneggiato più di tanto. Abbiamo cento neo prò, abbiamo perfezionato la struttura dei campionati italiani e sentiamo crescere i consensi. Puntiamo ad arrivare all’appuntamento cruciale del 31 dicembre 2016 ancora più forti e con ulteriori novità”.
Quel giorno vi staccherete definitivamente dalla Federazione e diventerete un ente autonomo.
Non è detto”.
In che senso?
Visto il non esaltante successo di Wsb e Apb, l’ala moderata dell’Aiba potrebbe anche imporre un atteggiamento meno duro nei confronti delle Federazioni Nazionali. Potrebbe quindi accadere che la Fpi ci chieda di restare al suo interno”.

pugile
A quel punto voi cosa rispondereste?
Analizzeremo la novità con l’unico obiettivo di valorizzare il nostro movimento”.
Se questa marcia indietro dell’Aiba non dovesse esserci, dovrete assumervi la gestione al 100% dell’attività pugilistica italiana, siete pronti?
Finora gestiamo l’80%, il rimanente 20% è rappresentato dalla giustizia sportiva, il settore medico e quello arbitrale”.
Non mi sembra una cosa da poco.
Il settore arbitrale è quello più avanti degli altri. Bisognerà cambiare il sistema delle designazioni che saranno affidate a un organismo della Lega e non ai Comitati Regionali, ma credo sia un problema che possiamo risolvere. Stesso discorso per gli altri due temi in discussione”.
E come gestirete il rapporto con il Coni?
Speriamo di restare nell’ambito del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, magari attraverso un Ente di Promozione Sportiva”.

NuovoCD
Come è il rapporto attuale con la Fpi?
Ottimo. Il presidente Brasca ha creato un rapporto di collaborazione che funziona. Senza la Federazione la Lega non avrebbe potuto fare quello che ha fatto”.
E la situazione dal punto di vista economico, come è?
Siamo in continua sofferenza. Nonostante la grande attività e una leggera crescita delle sponsorizzazioni non riusciamo a generare serenità dal punto di vista finanziario. Sarà questo il prossimo obiettivo da raggiungere, un punto di crescita indispensabile. Faccio un esempio. In Germania hanno come punto di riferimento i contributi televisivi, le riprese delle grandi emittenti aiutano il rapporto con gli sponsor, a questo va ad aggiungersi un forte incasso al botteghino. Da noi la situazione è completamente diversa. L’introito principale arriva dal comune che ospita la manifestazione, poi c’è la sponsorizzazione nazionale e quella locale, quindi la tv e i biglietti. Bisognerà cambiare strategie”.
Alcuni pugili si sono lamentati di dovere agire anche da collegamento con sponsor e spettatori, oltre che battersi sul ring.
Hanno ragione. Dovrebbero pensare solo al match, avere borse più alte, essere aiutati portando i match titolati in Italia. Ma dove le troviamo le risorse per fare tutto questo?
La televisione continua a essere un punto dolente?
Il rapporto con Deejay Tv è ottimo, assieme abbiamo fatto un buon lavoro. Abbiamo un contratto che scade il 31 dicembre 2015, poi si vedrà. Presto dovremmo avere gli elementi per capire quale sarà il nostro futuro in questo campo. Gli indici di ascolto sono buoni e in crescita, Deejay Tv potrebbe anche convincersi ad andare avanti”.

nori solo
E la Rai?
Avrò un incontro a brevissimo termine. Conto di rafforzare il rapporto, sogno di avere una programmazione che abbia un ritmo più serrato”.
Avete in mente qualche iniziativa sul campo della promozione del prodotto boxe?
“Il primo passo sarà la creazione di una Web Tv che faccia riferimento alla Lega. Lì trasmetteremo i match dei neo prò e anche qualche campionato italiano. Ma vorremmo essere in grado di offrire anche una serie di servizi promozionali. Rubriche, appuntamenti fissi, presentazione dei personaggi. Un modo per farci conoscere. La produzione dell’evento sarà a carico della Lega, gli organizzatori potranno beneficiarne a costo zero. Credo che questo sia un piccolo grande passo verso il futuro”.
E per quanto riguarda la possibilità di aggancio con un grosso network?
Come ho detto, entro un mese dovremmo avere le idee più chiare in proposito. Intanto abbiamo fatto una scelta coraggiosa. Boxe in Progress ci ha chiesto di occuparsi solo degli avvenimenti di punta. Nel rispetto di una collaborazione che da sempre è stata fruttuosa, abbiamo accolto l’invito. Ora stiamo attrezzandoci per crearci un altro, se non due, partner con cui gestire il resto dell’attività. Sarà anche un modo per modellare una nostra struttura che poi sia capace di andare avanti da sola se un giorno, spero proprio di no, BIP decidesse di lasciare la boxe”.
In conclusione, come pensa che saranno questi quattordici mesi di avvicinamento al grande giorno?
Saranno mesi di lotta e di lavoro. Ma siamo in crescita, sono fiducioso soprattutto sulla novità a breve tipo la Web Tv o l’allargamento degli advisor. I numeri ci confortano. Ce la faremo”.

Carmine Tommasone 1-1477-kGAC-UCJgS59FRfmJvbc-700x394@LaStampa.it

SETTEMBRE (DEEJAY TV DALLE 23)
26 Caivano
C. Tommasone 14-0, 4 ko vs J. Slowey (Ing) 19-1 Unione Europea piuma; G. Marceddu 7-3, 2 ko vs P.A. Nettuno 7-9, 1 ko tricolore gallo

OTTOBRE (DEEJAY TV DALLE 23)
3 RomaM. Lancia 12-1-1, 3 ko vs J.P. Bauwens (Bel) 37-1-1, 22 ko Europeo leggeri; D. Moruzzi 16-1, 7 ko vs S. Annunziata 17-7-6, 3 ko Titolo Mediterraneo Wbc medi

10 RomaE. Salvini 17-20-2, 2 ko vs A. Medina (Spa) 14-3-2, 6ko Unione Europea supergallo; P. Di Silvio 19-7-1, 6 ko vs V. FIniello 10-1-2, 1 ko Tricolore leggeri

31 FerraraM. Matano 15-1, 5 ko vs N.Klappert (Ger) 20-1, 3 ko Intercontinentale Ibf superwelter; A. Caccia 14-1, 7 ko vs M. Esposito 8-2, 1 ko Tricolore welter

OTTOBRE (TV DA CONCORDARE)
16 IschiaL. Randazzo 6-2-2 vs A. Bechelaghem (Fra) 10-7-1 Titolo Mediterraneo superleggeri

30 CaltanissettaG. Brischetto 13-3, 7 ko vs V. Ranaldi 8-1, 5 ko Tricolore supermedi

Le foto (dall’alto in basso) Emiliano Marsili e Carlo Nori (foto Renata Romagnoli), Nori in versione pugile (dal suo profilo Facebook), il nuovo Consiglio Direttivo della Lega Pro Boxe, Nori, Carmine Tommasone.

 

 

 

Advertisements