Gol dopo una furbata da calcio d’angolo. L’arbitro non vede la clamorosa irregolarità…

È il 4′ del secondo tempo, campionato MLS, stadio di Chicago.
Lloyd Sam mette il pallone sulla lunetta del calcio d’angolo. Poi lo tocca con il piede permettendo al compagno che andrà a calciare di essere già in gioco. Il centrocampista dei New York Bull è felice della sua furbata. Quando Sacha Kijestan lo sostituisce vicino al pallone, lui va a posizionarsi al centro dell’area. Kijestan può avanzare e crossare indisturbato sorprendendo gli avversari che si aspettano un corner regolare.
Quelli dei Chicago Fire rimangono fermi e si fanno sorprendere da Ronald Zubar che realizza il gol portando la sua squadra sul 2-2.
Per fortuna alla fine i Chicago Fire riescono a imporsi per 3-2.
In realtà ci sono almeno due punti che non mi convincono.
1. Lloyd Sam ha toccato due volte la palla sulla lunetta. Non si può fare.
2. L’arbitro fischia la ripresa del gioco con l’esecuzione del corner, ma l’attaccante dei New York prende il pallone e se ne va verso l’area.
L’azione era irregolare, il gol andava annullato.
Provaci ancora Sam, ma stavolta fallo meglio…

Advertisements