Mayweather attacca Ali e non mette Robinson tra i Top 5 di sempre

kover

Su richiesta di ESPN Deportes, Floyd Mayweather jr ha stilato la sua lista dei cinque migliori di sempre.
1. Floyd Mayweather jr
2. Roberto Duran
3. Pernell Whitaker
4. Julio Cesar Chavez
5. Muhammad Ali
Nessuna sorpresa per il primo posto, uno con l’ego di Money si considera talmente grande che, se avesse potuto, si sarebbe messo fuori classifica perché non paragonabile con nessun altro pugile, nessun altro essere umano.
Suscita stupore il quinto posto di Ali.
È stato un grande se consideriamo la sua influenza politica. Il più grande in un’epoca in cui il popolo dei neri d’America non era considerato“.
Ma, e qui comincia il distinguo di Mayweather, ci sono almeno tre punti a sfavore di Ali come pugile…
1. “In realtà Ali ha perso tutti e tre i match contro Norton”.
2. “Ali ha perso da Leon Spinks e Leon Spinks aveva solo sette match da professionista quando lo ha sconfitto”.
3. “Ali ha combattuto in una sola categoria di peso”.

mayweather-weigh-in-floyd-welterweight_3293286
Non contento il campione dei welter si è lanciato in un auto-elogio parlando in terza persona come Giulio Cesare.
Mayweather non ha commesso errori, ha fatto bene tutto al primo colpo“.
Poi è tornato alla prima persona singolare.
Ho battuto più campioni che ogni altro pugile in meno tempo con meno incontri. Ho messo a segno il maggio numero di colpi e ho vinto il titolo in cinque differenti classi di peso“.
Fuori classifica Joe Louis, Ray Sugar Robinson, Marving Hagler, Rocky Marciano e….
Non vale neppure la pena di ricordare a Mayweather che ai tempi di Ali c’erano due soli enti mondiali, le categorie non erano certo 17 come oggi (68 mondiali in palio per Wbc, Wba, Ibf, Wbo) e che essendo Ali un peso massimo sarebbe comunque stato difficile per lui conquistare il titolo in cinque categorie di peso…
Mayweather si ripete, voglio farlo anch’io riprendendo un articolo che ho scritto la prima volta che ho sentito Floyd definirsi il migliore di sempre, disprezzando Ali e Robinson.
Neppure se mi facessero il lavaggio del cervello direi che Sugar Robinson e Ali sono migliori di me”.
Ali era ed è universale. Lo conoscono in ogni angolo della Terra. Fermate una persona per strada, domandategli di lui e otterrete una risposta più che esauriente. Qui in Italia tanto per fare un esempio, esclusa la nicchia degli appassionati di boxe, per la maggior parte delle persone Mayweather è un nome che non dice niente.

trio
Ali non aveva i social network a disposizione, la comunicazione viaggiava a scartamento ridotto. Eppure è riuscito a entrare in ogni casa del mondo. Su questo piano non ha rivali. È il personaggio più popolare che lo sport, non solo la boxe, abbia mai avuto.
Sono contrario a confronti fra pugili di epoche diverse, lo sono ancora di più fra quelli che hanno militato in categorie differenti. Non paragonerei mai un welter a un massimo. Le graduatorie all time pound for pound (ovvero di ogni epoca e senza limiti di peso) sono un gioco. Ne sono convinto da sempre.
Quindi non sto neppure a mettere sulla bilancia il valore assoluto dei due. Dico solo che per indicare i migliori pugili di sempre sarebbe preferibile adottare un altro metodo, usando altri indicatori.
Quanto e come hanno cambiato la loro epoca?
Perché per essere il migliore devi avere portato la rivoluzione nel tuo sport.

robinson
Ali ha stravolto la strategia di combattimento dei pesi massimi, ha portato la plasticità del gesto tecnico anche tra questi giganti. E soprattutto ha sdoganato definitivamente la boxe, l’ha fatta entrare nelle case di tutto il mondo, ha fatto appassionare nonne e nipoti, uomini e donne, ricchi e poveri. Ha addirittura tolto (in apparenza, ovviamente) quel peso che incombeva sulla nobile arte, il peso della violenza. Metteva ko i suoi rivali e sembrava che lo facesse senza usare la forza. Potenza dell’eleganza del gesto.
Mayweather è un fenomeno di tecnica, di abilità difensiva, di bravura assoluta. È il fuoriclasse, sia chiaro, numero uno di oggi. Ma non ha realizzato alcuna rivoluzione.
In quanto a Sugar Ray Robinson non mi pronuncio. Non ne vale la pena. Per me è il più forte di sempre.
E, se proprio fosse necessario, Floyd Mayweather jr si faccia pure il lavaggio del cervello, chissà che non riesca a ragionare…

Advertisements