Cuenca, 48-0 e mondiale. Perché nessuno scrive che può uguagliare Marciano?

kover

Cesar Rene Cuenca è il campione Ibf dei superleggeri.
È nato a Tres Isletas, Argentina, il 18 gennaio1981.
Mancino, soprannominato El Distinto.
Ha disputato il suo ultimo match il 18 luglio scorso.
Ha un record 48-0.
I due no contest non sporcano il record, sono infatti due match senza decisione. E come se non si fossero mai disputati. Un incontro il cui esito è quello del “no contest” non è conteggiato né come vinto né come perso: il record dei due pugili lo riporterà sotto la dicitura NC.
48-0, dunque.
Come Floyd Mayweather jr.
Per entrambi il prossimo combattimento potrà essere quello del 49-0.
Manca un mese alla sfida tra Money e Andre Berto e tutti parlano della possibilità di arrivare a 49-0 come Rocky Marciano. Lo scrivono i giornali, i siti specializzati, l’intera rete.

img25139153
Mike Tyson ha detto che è una statistica senza senso. Lui ha portato l’esempio di Julio Cesar Chavez imbattuto dopo i primi 81 match della carriera.
Io ho ricordato, tra gli altri, che Willie Pep ne ha messi in fila 62, Carlos Zarate 52.
Che vuol dire “il record di Rocky Marciano”?
Si riferisce ai pesi massimi?
E allora, che c’entra Mayweather?
Si riferisce al maggior numero di vittorie consecutive?
Come abbiamo visto non è così.
Si riferisce al più alto numero di successi di fila di un campione del mondo?
Neppure qui ci siamo.
E allora di cosa stiamo parlando?
Cesar Rene Cuenca non protesta. Anche lui è a 48-0 ed è campione del mondo in carica.
Ma non è certamente un fenomeno.

César-Cuenca
Fightnews non lo inserisce fra primi 16 della categoria.
BoxRec lo mette solo al numero 104 tra i pound for pound, nono nella categoria.
E, come direbbe Mayweather, non guadagna 300 milioni di dollari in 36 minuti…
Ma nessuno parla di valore assoluto legato al numero di successi, nè tantomeno di un limite di compensi per siglare il cosiddetto record.
Ho già scritto in proposito, mi fa piacere ripetermi.
Il tormentone “uguaglierà il record di Rocky Marciano” mi dà decisamente fastidio.
Anche il superleggero argentino si prepara a uguagliare quel primato. Ma nessuno parla di lui.
Mi ribello in nome di tutti i Cesar Rene Cuenca del mondo.
E di chi continua a scrivere parole senza chiedersi che significato abbiano.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s